Spazientito per l'attesa, lancia un portaombrelli contro una vetrata dell'ospedale

Un 48enne di Chiavari, gravato da pregiudizi di polizia, è stato denunciato per danneggiamento dai carabinieri a Lavagna

In attesa di essere visitato, dà in escandescenza e scaglia un portaombrelli contro il vetro del box del pronto soccorso di Lavagna, fratturandolo. È accaduto nella tarda serata di lunedì 3 febbraio. Sono circa le 20.30 quando il paziente, un 47enne di Chiavari, accede al pronto soccorso dell'ospedale di Lavagna. È stato morso da un cane e deve farsi medicare. Ma il suo caso, secondo il protocollo del triage, non è classificato come urgente e va in coda a casi più gravi che devono avere necessariamente la priorità e che quella sera tengono inevitabilmente impegnati tutti i medici e gli infermieri presenti.

Dopo circa due ore di attesa, l'uomo non ne può più: prima inveisce verbalmente contro gli infermieri e poi, al culmine di una rabbia cieca, afferra il portaombrelli presente nella sala d'attesa e lo scaglia contro il vetro divisorio del box adibito all'accettazione e valutazione dell'utenza del pronto soccorso. Scoppia un gran trambusto. Il colpo è violento e il vetro si frattura, anche se non va in frantumi. A questo punto gli infermieri chiamano immediatamente i carabinieri per contenere l'agitazione dell'uomo nel timore che, dopo essersela presa con le cose, possa aggredire anche i presenti. Ma quest'ultimo, ritornato in sé, quando si rende conto di quello che ha fatto, infila lesto la porta d'uscita e fa perdere le sue tracce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo una manciata di minuti arriva in ospedale una gazzella del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia carabinieri di Sestri Levante. I militari raccolgono le testimonianze dei presenti e fanno i rilievi fotografici dei danni provocati. Il soggetto viene individuato nei dintorni del pronto soccorso. È fuggito prima dell'arrivo dei militari. Ma il paziente era già stato registrato al triage e i carabinieri lo rintracciano dopo qualche giorno e lo denunciano all'autorità giudiziaria per danneggiamento. Ora, quasi certamente, verrà chiamato a risarcire i danni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in Sopraelevata, choc per la morte di Ginevra: «Ciao angelo»

  • Schianto in sopraelevata, muore una ragazza di 28 anni

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Quattro detenuti a Italia's Got Talent, la Uil: «Spreco di soldi pubblici»

  • Mascherina obbligatoria anche di giorno nel centro storico, Bucci: «Aumenteremo i controlli»

  • Il weekend a Genova e dintorni: Festa dello Sport, Fiera a Chiavari, Festa del Cane, ravioli e focaccette e tanto altro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento