Fincantieri: ribaltamento a mare fermo a un anno dall'accordo, l'allarme della Fiom

Un anno fa veniva firmato dalle Istituzioni Locali, dalla Fincantieri e dal Governo l’accordo per far partire il ribaltamento a mare del cantiere navale di Sestri Ponente. Ma senza i 50 milioni previsti l'opera non può prendere il via

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - Un anno fa veniva firmato dalle Istituzioni Locali, dalla Fincantieri e dal Governo l’accordo per far partire il ribaltamento a mare del cantiere navale di Sestri Ponente.

L’Autorità Portuale e la Regione Liguria hanno lavorato affinché l’opera potesse partire ma il Governo non ha mantenuto i suoi impegni. Senza i 50 milioni la gara per le opere del ribaltamento non partono, sono soldi già annunciati ma mai arrivati nelle casse dell’Autorità Portuale.

Il Governo parla di sviluppo ma non mantiene neanche gli investimenti già firmati come quello per la Fincantieri di Sestri. I lavoratori hanno lottato duramente per dare un futuro al loro cantiere navale e chiedono alle istituzioni genovesi di far sentire la loro voce affinché i 50 milioni dovuti siano messi immediatamente a disposizione per permettere la gara d’appalto per il ribaltamento.

Torna su
GenovaToday è in caricamento