Begato: le Dighe sono vuote, conclusi i traslochi

Si avvicina la data di apertura del cantiere per la demolizione e la riqualificazione della zona

Si sono conclusi oggi i traslochi dei 374 nuclei familiare residenti nelle Dighe di Begato. A renderlo noto è stato l'assessore regionale all'Urbanistica Marco Scajola.

«Per tanti anni - dichiara Scajola - si è parlato della demolizione di questi edifici, ma nessuno l’aveva mai concretizzato. Dal nostro insediamento del 2015 abbiamo ritenuto importante concentrarci su interventi coraggiosi come questo, con l’unico obiettivo di migliorare le condizioni di vita dei cittadini liguri. Per questo continueremo in tutta la Liguria a mettere in atto politiche di riqualificazione come questa, poiché riteniamo che non esistano quartieri e cittadini di serie B, ma che le nostre comunità debbano essere tutte vivibili e ospitali».

«Con la chiusura dei traslochi di oggi, un lavoro portato avanti dalla task force di Regione Liguria e Comune di Genova, - conclude Scajola -, adesso possiamo proseguire verso l’apertura del cantiere per la demolizione e la grande riqualificazione che renderà la zona di Begato una zona con grande presenza di verde pubblico e con alloggi di ultima generazione, realizzati con le nuove concezioni urbanistiche che puntano sula qualità ambientale, sul risparmio energetico e sulla riduzione dell’impatto ambientale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • È arrivata la neve: le foto

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

Torna su
GenovaToday è in caricamento