menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Decine di colpi in due mesi, preso il rapinatore seriale dei vicoli

Dopo settimane di appostamenti e controlli, i carabinieri della compagnia Genova Centro hanno individuato e fermato un 35enne autore di diverse rapine messe a segno negli ultimi mesi

Si preparava a mettere a segno l’ennesimo colpo, individuando una potenziale vittima in una donna che stava tornando a casa nel centro storico e tallonandola, ma è stato bloccato prima di poter entrare in azione: dopo settimane di controlli e appostamenti, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Genova Centro del capitano Marco Comparato hanno arrestato quello che con tutta probabilità è il rapinatore seriale dei vicoli che nell’ultimo periodo ha indiscriminatamente puntato studenti, pensionati, coppie e uomini e donne soli derubandoli di tutto ciò che avevano addosso prima di darsi alla fuga.

Si tratta di un 35enne di origini marocchine, con precedenti specifici proprio per reati contro il patrimonio e la persona, cui gli investigatori attribuiscono almeno 5 rapine messe a segno nei ultimi due mesi, periodo in cui nel centro storico si è verificata una vera e propria escalation di colpi. I militari l’hanno bloccato la sera dello scorso 9 giugno, sotto la pioggia torrenziale che si è abbattuta sul capoluogo ligure tra le 20 e le 22: l’uomo, senza fissa dimora, era finito ormai da tempo nel mirino dei carabinieri, che al pomeriggio erano sulle sue tracce pattugliando senza sosta la zona della Maddalena e di Pré. E intorno alle 20.30 l’hanno individuato, proprio mentre seguiva quella che avrebbe potuto diventare una nuova vittima, e bloccato.

Almeno trenta le denunce che i carabinieri della compagnia Genova Centro hanno ricevuto nell’ultimo periodo, tutte molto simili l’una all’altra, non soltanto per la zona in cui sono state messe a segno, ma anche per le modalità: un uomo si avvicina, e sotto minaccia si fa consegnare zaini, borse, smartphone e altri oggetti di valore prima di fuggire nel dedalo di vicoli. Il 35enne fermato giovedì sera è stato trasferito nel carcere di Marassi, a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre le indagini proseguono per verificare di quanti altri episodi possa essere autore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento