rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Capodanno 2016, scatta il piano straordinario negli ospedali

Fino all'Epifania è attivo il piano operativo straordinario per le strutture ospedaliere delle Asl 3 Genovese e 4 Chiavarese predisposto in vista di Capodanno

Letti in più, piani di lavoro riorganizzati per gestire eventuali iperafflussi e personale sensibilizzato: è il piano operativo straordinario per le strutture ospedaliere delle Asl 3 Genovese e 4 Chiavarese predisposto in vista di Capodanno e che resterà in vigore fino all'Epifania, il 6 gennaio.

Fra le misure messe in opera, l'attivazione del bed manager - che si occuperà di monitorare la situazione dei posti letto - e il blocco dei ricoveri programmati, con l'esclusione naturalmente delle urgenze e delle operazioni oncologiche.

- San Martino - Ist: conversione di posti letto del day hospital in degenze ordinarie;
- Villa Scassi: 10 posti letto OBI in più (aumentabili fino a 20) con relativo personale infermieristico;
- Evangelico: 15 posti letto aggiuntivi per il reparto di unità di crisi;
- Gaslini: 2 letti in OBI con permanenza fino a 36 ore;
- Galliera: 13 posti letto “di crisi” suddivisi in vari reparti e dedicati esclusivamente ai ricoveri da Pronto soccorso in base alle condizioni di afflusso;
- Lavagna: 3 letti per l'unità di crisi;
- Sestri Levante: 4 letti per l'unità di crisi;

Inoltre, per gli anziani fragili colpiti dall’influenza – di cui non si prevede comunque il picco fino a fine gennaio – è stato approntato il progetto Giaf (Gestione dell’influenza negli anziani fragili) che dà una corsia preferenziale per la presa a carico in Rsa con ricovero temporaneo e dell'assistenza domiciliare implementata nei casi a basso rischio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno 2016, scatta il piano straordinario negli ospedali

GenovaToday è in caricamento