rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Attualità

De Ferrari, gli studenti a lezione a cielo aperto protestano contro la dad: «Fateci tornare in classe»

Il presidio organizzato dal comitato 16centoinpiazza: tablet e computer portatili per seguire le lezioni "fuori dalle tane"

Decine di studenti delle scuole superiori si sono dati appuntamento venerdì mattina in piazza De Ferrari per una “lezione all’aperto” finalizzata a chiedere maggiore attenzione al tema della scuola in questa emergenza coronavirus.

Dopo settimane di chiusura per le superiori, i ragazzi hanno iniziato il nuovo anno in clima di incertezza, con la didattica a distanza come unico mezzo per studiare e imparare e la prospettiva di tornare in classe (quando torneranno) al 50% con turni.

La protesta già andata in scena in altre regioni è arrivata dunque anche in Liguria, un presidio studentesco organizzato dal collettivo “16centoinpiazza” sotto la sede della Regione. I ragazzi si sono radunati intorno alle 10 e, armati di tablet e pc portatili, si sono seguire le lezioni da tablet e pc, e dunque a distanza, ma non da casa, luogo dove sono rinchiusi ormai da mesi.

«La scuola in questo modo sta perdendo non solo la sua importante funzione didattica, ma anche quella sociale – denunciano i ragazzi - Ma le istituzioni sembrano non accorgersi di questo grave danno. Genova Solidale si unisce a questo grido considerando di vitale importanza l’istruzione, che deve essere per tutti».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Ferrari, gli studenti a lezione a cielo aperto protestano contro la dad: «Fateci tornare in classe»

GenovaToday è in caricamento