A De Ferrari spuntano cani di plastica per sensibilizzare sull'abbandono (e sull'ambiente)

L'iniziativa fa parte della campagna nazionale "Non abbandonarmi", portata avanti da giovani volontari in tutta Italia: obiettivo, invitare i cittadini a tutelare gli amici a quattro zampe e ad adottare un approccio plastic free

Cani decisamente originali, quelli avvistati negli scorsi giorni davanti alla fontana di piazza De Ferrari: sono infatti realizzarti con bottiglie di plastica, installazioni pensate per sensibilizzare i cittadini non solo sulla piaga degli abbandoni degli animali durante l’estate, ma anche sul consumo di plastica.

I tre cani di plastica, realizzati da alcuni giovani volontari della campagna, hanno fatto la loro comparsa nei pressi della fontana, al collo un cartello con scritto appunto “Non abbandonarmi”. Le foto, che hanno iniziato a circolare sui social, sono state inizialmente condivise su una pagina Facebook dove sono parecchi gli scatti in cui il cane di plastica, mascotte del progetto, fa capolino in diverse location, persino in autostrada.

«Nelle famiglie italiane ci sono 6.800.000 cani e 8.500.000 gatti. L’80% degli animali abbandonati rischia di essere vittima di un incidente, di morire di stenti o di subire maltrattamenti. Non abbandoniamoli», si legge su Facebook, mentre sul sito creato appositamente viene fornita qualche informazione in più sull’iniziativa: «I cani abbandonati in Italia ogni anno sono circa 150.000, mentre per quanto riguarda le bottiglie di plastica l’Italia ha il primato in Europa. C’è un modo per smettere di compromettere l’ambiente in maniera irreparabile, i gesti piccoli se fatti assieme possono diventare grandi».

I promotori dell’iniziativa, attiva a livello nazionale, hanno voluto investire anche sui più piccoli «Abbiamo deciso di coinvolgere i bambini delle scuole italiane con l’obiettivo di promuovere la riduzione dell’inutile ed eccessivo uso di plastica e di sensibilizzare sul tema dell’abbandono degli animali - spiegano - Il progetto prevederà la realizzazione di tanti cani di plastica da parte dei bambini delle classi elementari così da attirare l’attenzione su di se e alzare la voce per cambiare concretamente le nostre abitudini dannose».

Potrebbe interessarti

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

  • La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Superenalotto, in Liguria un'altra vincita

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

  • Pensionata scomparsa da Sampierdarena, ritrovata dopo 24 ore di ricerche

Torna su
GenovaToday è in caricamento