Fase 2, Toti: «I parrucchieri? Spero di riaprirli entro metà maggio»

Il governatore sostiene la riapertura in sicurezza dei settori delle cura alla persona e della ristorazione

Se l'epidemia di coronavirus in Liguria si confermerà, dal 4 all'11 maggio, in calo, il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, anticiperà le aperture di diverse attività commerciali. Lo ha spiegato durante la diretta Facebook di venerdì primo maggio. 

«Non posso pensare che si possano tenere chiusi parrucchieri, estetisti, tatuatori, tutto quello che riguarda il servizio alla persona fino ai primi di giugno», ha detto il governatore. «È chiaro che andrà anticipato, mi sembra già lontano il 18 di maggio, soprattutto se si applicano le regole in modo serio e rigoroso».

«Spero di riaprire i parrucchieri entro la metà di maggio, così almeno abbiamo un'idea chiara. È ovvio che dovremo discuterne con il Governo, è ovvio che dovremo vedere l'andamento dell'epidemia - ha risposto Toti a un commentatore - però penso che si debba, da un lato,dall'11 maggio iniziare a consentire di ragionare sull'apertura dei ristoranti, soprattutto per chi ha lo spazio all'aperto e poi ovviamente, da giugno, gli stabilimenti balneari». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • La risposta ligure alle scarpe della Lidl? Ci pensa il comico Andrea Di Marco con il Movimento Estremista Ligure

Torna su
GenovaToday è in caricamento