menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La coda per i test rapidi alla Commenda

La coda per i test rapidi alla Commenda

Coronavirus, dopo la Commenda test rapidi anche a ponente, levante e nelle vallate

Il direttore Luigi Bottaro conferma che è al vaglio la realizzazione di nuovi ambulatori anche in Valpolcevera e a Voltri, obiettivo tracciare a mappare più casi possibili

I casi di contagio da coronavirus in Liguria aumentano, e oltre alla nuova ordinanza firmata mercoledì e in vigore da oggi a mezzogiorno si pensa a nuove iniziative e provvedimenti per tracciare i positivi e contenere quanto più possibile il contagio.

Luigi Bottaro, direttore della Asl 3 - territorio più colpito, con Genova a fare da capofila - ha annunciato che presto verranno realizzati nuovi ambulatori per test rapidi come quello della Commenda, prima a ponente e poi in altre zone della città: «L’esperienza della Commenda ci ha portato dati importanti dal punto di vista della risposta degli abitanti del centro storico e non solo - ha confermato Bottaro - abbiamo fatto più di 2.000 tamponi e stiamo studiando di espandere l’esperienza sul ponente e in area come la Valpolcevera, il levante genovese e l’entroterra della Valbisagno».

Lunedì dovrebbe inoltre partire il punto di tamponi rapidi eseguiti all’aeroporto di Genova in collaborazione con Usmaf e Ministero della Salute, e si sta lavorando al potenziamento dei sistemi di raccolta e richiesta di informazioni o interventi legati al coronavirus da parte della popolazione, con riferimento a call center e numeri telefonici in primis: «All’inizio della prossima settimana dovremmo avere un sistema di recepimento delle richieste dei cittadini molto potenziato - ha concluso Bottaro - in maniera tale da dare risposte a tutti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento