Coronavirus, raddoppiate le squadre di Asl 3 per i test alla Commenda

Mercoledì mattina la coda si allungava sino in via Pré, arrivando a sfiorare piazza dello Statuto: aumentati i professionisti per arrivare a un ritmo di 250-300 tamponi al giorno

Sempre più lunga la coda per i test gratuiti sul coronavirus alla Commenda. A meno di una settimana dall’apertura dall’ambulatorio, le persone che si sono messe in fila giorno dopo giorno sono aumentate, e mercoledì mattina si allungavano sino a sfiorare piazza dello Statuto.

Il motivo è legato prettamente alle modalità di accesso: l’ambulatorio non prende appuntamento, ma procede a seconda dell’ordine di arrivo. Chi arriva prima, insomma, riceve un ticket dalla Asl 3 che indica la fascia oraria in cui verrà eseguito (gratuitamente), e vista la rapidità molte persone scelgono di restare in coda ad aspettare e altrettante arrivano nel corso della mattinata.

Proprio alla luce della massiccia adesione all’iniziativa, avviata per effettuare uno screening del centro storico dopo il cluster che vi si è sviluppato, la Asl 3 ha deciso di raddoppiare il personale: da martedì mattina sono due le squadre in servizio, incaricate di effettuare il test antigenico sui cittadini e, in caso di non negatività, di passare al tampone da laboratorio per accertare se, effettivamente, la persona risultata non negativa al test antigenico sia effettivamente positivo al coronavirus.

Nella giornata di martedì, dunque, dai 150 test effettuati ad apertura del laboratorio (aperto dalle 8 alle 14) si è passati a 256, con una soglia massima di 300 al giorno. I tempi richiesti sono di 6-8 minuti per la risposta del tampone nasale - che rileva, appunto, una eventuale non negatività - e di un’altra ventina di minuti per il tampone da laboratorio, quello che di fatto certifica la positività al coronavirus.

La percentuale di non negativi di martedì si attestava sul 6% circa, e i risultati dello screening a tappeto si stanno riflettendo sulla conta dei nuovi positivi quotidiana. Il territorio della Asl 3, infatti, è quello in cui crescono di più, ma nella percentuale vanno inserite anche persone asintomatiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento