Coronavirus, Bucci ai genovesi: «Chiedete alle persone perché sono in giro»

La strategia del Comune per evitare che si allenti il rispetto delle misure con il passare dei giorni: "lavorare sul sentimento delle persone"

Bucci in via Sestri domenica

Via Sestri, Voltri, Pegli. Sono tante le segnalazioni arrivate dai lettori a Genova Today di tante, tantissime persone a passeggio. Abbiamo chiesto al sindaco Bucci quale sia la strategia del Comune per evitare che si allenti il rispetto delle misure con il passare dei giorni.

«Continueremo a dare messaggi con gli altoparlanti e questo weekend avremo di nuovo un dispiegamento di 500 persone in strada tra volontari della protezione civile e agenti», ha detto Marco Bucci.

«Ma la cosa importante è che il messaggio non lo mandi soltanto l'amministrazione, io chiedo a tutti i genovesi di dare il messaggio ai propri i vicini e conoscenti. Quando vedete le persone che escono, chiedetegli "ma perché uscite? Rispettare gli altri cittadini" . Se in coda per fare la spesa avete qualcuno affianco a voi ditegli "ma perché sei uscito oggi? Esci domani"; non sto scherzando date un consiglio spassionato da cittadino a cittadino, se lavoriamo tutti insieme e tutti con lo stesso obiettivo sono certo che ce la faremo».

I movimenti in città, registrati dalla celle telefoniche, si sono abbassati, secondo Tursi, del 7 per cento rispetto a mercoledì scorso ma ci sono ancora situazioni su cui intervenire. «Ci sono aree della città che devono essere gestite meglio, lo facciamo per migliorare la qualità di vita delle persone», ha detto giovedì sera il sindaco Marco Bucci. «La raccomandazione è: non uscire di casa. Uscite nelle ore in cui non escono gli altri. Lo dico soprattutto alle persone più anziane: state a casa. Lo so che sembriamo noiosi, ma questo è l’unico mezzo che abbiamo per limitare l’estensione del contagio nel minor tempo possibile».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'argomento si è espresso anche il governatore Toti: «Non vorrei che le piccole buone notizie di queste ore fossero fraintese: nei nostri ospedali si continua a morire», ha tuonato il presidente della Regione Liguria sul suo profilo Facebook. «Ci sono medici, infermieri e sanitari che lavorano da settimane senza sosta, mettendo a rischio la propria salute. Prima di uscire e infrangere le regole guardatevi allo specchio e pensate a loro. Ho già chiesto al sindaco di Genova Bucci e agli altri sindaci liguri di fare controlli a tappeto e multe salate a tutti quelli che non rispettano le norme. Saremo inflessibili, ne va della salute di tutti». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Covid, coprifuoco a Genova dalle 21 alle 6: ecco cosa si può (e non si può) fare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento