Scuola al via, polemiche per la quarantena senza tampone per i compagni

Nel caso in cui un bambino venga confermato come caso positivo dopo aver effettuato il tampone, è previsto che i compagni di classe siano posti in quarantena per 14 giorni dalla data dell'ultimo contatto con il caso confermato

Dopo tante discussioni e polemiche, oggi in Liguria è iniziato l'anno scolastico. Sia il presidente della Regione, Giovanni Toti, che il sindaco di Genova, Marco Bucci, hanno rivolto il loro augurio agli studenti.

«In bocca al lupo - scrive Toti - agli oltre 160mila studenti liguri che, dopo 7 mesi di stop, torneranno finalmente in classe. E grazie agli insegnanti, al personale scolastico, ai presidi e alle famiglie che con impegno e tanti sacrifici hanno permesso al nostro Paese di tornare oggi a costruire un pezzo importante del proprio futuro, che vive con la scuola e con i nostri giovani. Inizia un anno diverso, inedito, con regole nuove da seguire insieme, con un nuovo modo di condividere il tempo e gli spazi ma vi auguro con lo stesso entusiasmo e la stessa voglia di imparare e di stare insieme. Buon rientro a scuola bambini e ragazzi, conservate per sempre l’emozione unica e la curiosità di questo giorno: così si diventa grandi e da qui si riparte insieme».

«Cari ragazzi - scrive Bucci -, l’emozione che state per provare rientrando a scuola dopo tanti mesi sarà unica! Un momento particolare delle vostre vite nel quale ritroverete amici, compagni e insegnanti. Godetevi questo giorno importante, tornate a vivere la scuola apprezzandone ogni momento: dal viaggio da casa alla mattina, al momento in cui tornerete per raccontare ai vostri genitori quelli che è successo. Tutto è scuola: tutto fa diventare grandi. La didattica non si è fermata nei mesi scorsi, il resto purtroppo sì. Riprendetevi quel tempo e osservate con attenzione tutte le regole sanitarie che sono previste: non vogliamo più vedere banchi vuoti! A maestri e professori, al personale delle scuole di Genova va il mio ringraziamento per l’impegno e la dedizione. A tutti in bocca al lupo per il nuovo anno scolastico».

In riferimento all’osservazione mossa da più parti circa la quarantena per 14 giorni senza tampone per i compagni di classe di un alunno riscontrato positivo, Regione Liguria precisa che si tratta di una misura prevista dalle linee guida nazionali validate dall’Istituto Superiore di Sanità e dal ministero competente.

A fronte di quelle linee guida, Regione Liguria ha predisposto un piano ad hoc, che applica quelle disposizioni e le integra, per facilitare la vita delle famiglie e garantire, grazie all’individuazione dell’Istituto Gaslini come hub regionale, interventi uniformi su tutto il territorio regionale con un’azione di screening tempestiva ed efficace di tutti i casi di bambini nella fascia di età compresa tra 0-19 anni e del personale scolastico con sintomi riconducibili al covid-19 (febbre oltre 37.5; sintomi respiratori o sintomi gastroenterici).

In particolare, nel caso in cui un bambino venga confermato come caso positivo dopo aver effettuato il tampone, è previsto che i compagni di classe, in quanto contatti stretti individuati dal Dipartimento di prevenzione con le consuete attività di tracciamento, siano posti in quarantena per 14 giorni dalla data dell’ultimo contatto con il caso confermato. Sarà il Dipartimento a decidere la strategia più adatta per attività di screening al personale scolastico e agli alunni, valutando caso per caso. Se ritenuto necessario, su richiesta del pediatra o del medico di medicina generale, sarà possibile effettuare il tampone.

Regione Liguria ha istituito inoltre presso l’Istituto Gaslini un numero verde 800 936660: gli esperti dell’ospedale pediatrico saranno a disposizione sia della famiglia dell’alunno risultato positivo sia delle famiglie dei contatti stretti, tra cui i suoi compagni di classe, proprio per valutare ogni situazione e non lasciare i genitori da soli per il periodo della quarantena, previsto dalle disposizioni nazionali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le famiglie avranno a disposizione anche la mail scuolasicura@gaslini.org per ogni chiarimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paola Cortellesi è Petra, l'ispettore genovese: «Il mio personaggio non fa la femminista, lo è»

  • Genovese di 98 anni trova un BFP da 100mila euro durante il lockdown: parte dei soldi alla ricerca

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • 'Boom' di accessi ai pronto soccorso, ambulanze ferme al Galliera

  • Genoa, cinque nuovi acquisti per Maran

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento