rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

«Dobbiamo avere molta pazienza per tutto il mese di marzo, correre con le vaccinazioni e sperare che le misure di contrasto ci aiutino a ridurre il contribuito di vittime». Così l'infettivologo del San Martino

Mentre la Liguria continua a essere in fondo alla classifica per numero di dosi di vaccino contro il coronavirus somministrate rispetto a quelle ricevute (Calabria ultima con 55%, Sardegna 55,9%, Umbria 59,1 e Liguria 61,2), giovedì 4 marzo entrerà in vigore l'ordinanza firmata dal presidente di Regione Liguria Giovanni Toti che estende anche al distretto 2 sanremese le misure restrittive previste per il distretto sanitario 1 Ventimigliese, prorogate fino al 14 marzo.

Con la nuova ordinanza vengono estese anche ai comuni del distretto 2 Sanremese le misure restrittive già previste per il distretto Ventimigliese utili a rallentare la diffusione del virus che vengono prorogate fino al 14 marzo.

Coronavirus, bollettino 2 marzo 2021

Questa nuova ordinanza si va ad aggiungere alla n. 5 del 2021, emanata mercoledì 24 febbraio per la zona di Ventimiglia. Le misure previste riguardano i comuni del distretto 1 (Airole, Apricale, Bordighera, Camporosso, Castel Vittorio, Dolceacqua, Isolabona, Olivetta San Michele, Perinaldo, Pigna, Rocchetta Nervina, San Biagio della Cima, Seborga, Soldano, Vallebona, Vallecrosia, Ventimiglia) e i comuni del distretto 2 (Badalucco, Baiardo, Castellaro, Ceriana, Molini di Triora, Montalto Carpasio, Ospedaletti, Pompeiana, Riva Ligure, Sanremo, Santo Stefano al Mare, Taggia, Terzorio, Triora.

  • Da giovedì 4 marzo dalle 21 alle 5 è previsto il divieto di spostamento tra i Comuni interessati (se non per motivi di salute o per comprovate esigenze lavorative)
  • Prevista la chiusura di bar, pub, ristoranti, pasticcerie, gelaterie. Rimane consentita la ristorazione per i clienti degli alberghi;
  • Prevista la chiusura degli esercizi di vicinato alimentare, degli artigiani alimentari, delle medie e grandi strutture di vendita di alimentari dalle 18 alle 8 del mattino, a meno che non sia garantito che non vengono venduti alcolici. Ammessa la vendita tramite consegna a domicilio;
  • Divieto di manifestazioni pubbliche e private, lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche è consentito soltanto in forma statica, a condizione che nel corso di esse, siano osservate le distanze sociali prescritte,
  • Divieto di ingresso nei comuni appartenenti ai distretti 1 Ventimigliese e 2 Sanremese salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio o per motivi di salute.

Ma a preoccupare è il quadro complessivo del Paese. «Purtroppo sembra iniziata la terza ondata - sottolinea all'Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova e componente dell'Unità di crisi covid-19 della Liguria -. Ieri (martedì 2 marzo ndr.) abbiamo avuto un aumento significativo dei ricoveri in terapia intensiva e non mi pare quindi che ci si siano più dubbi».

«Questi numeri in risalita riguardano solo alcune Regioni e quindi sono ancora più gravi, ma se dovessero aumentare uniformemente in tutto il Paese la situazione sarebbe più complicata. Dobbiamo fare attenzione - conclude Bassetti -. Temo che questa terza ondata farà male e dobbiamo avere molta pazienza per tutto il mese di marzo, correre con le vaccinazioni e sperare che le misure di contrasto ci aiutino a ridurre il contribuito di vittime».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

GenovaToday è in caricamento