Motori, Superstock 600: Gamarino terzo a Misano

Si è concluso in maniera più che positiva il week-end di gare presso il ‘Misano World Circuit Marco Simoncelli’ per il team Go Eleven. Il pilota genovese Christian Gamarino ha conquistato il primo podio nella classe Superstock 600 con un terzo posto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Si è concluso in maniera più che positiva il week-end di gare presso il ‘Misano World Circuit Marco Simoncelli’ per il team Go Eleven, che sul tracciato di casa conquista il primo podio nella classe Superstock 600 grazie alla superlativa prestazione di Christian Gamarino. Il diciassettenne pilota genovese ha dominato nel corso di tutto il fine settimana rendendosi grande protagonista fin da subito con un secondo tempo siglato in qualifica ma battagliando fino all’ultimo per conquistare la pole, sfuggita per una manciata di millesimi. Domenica, spinto dal desiderio di centrare finalmente il podio, Gamarino si è reso autore di una gara accorta: limitandosi ad amministrare il vantaggio sugli avversari superati nei primi giri, tagliando il traguardo in terza posizione e centrando così il miglior piazzamento in carriera. Grande soddisfazione per la squadra Go Eleven che, grazie al meticoloso lavoro svolto con passione e dedizione, vede i propri talenti in costante crescita e sempre più competitivi.

Buona la gara disputata dall’olandese Tony Covena rallentato soltanto dai forti dolori agli avambracci che, nel corso degli ultimi giri, lo hanno costretto a cedere il passo ed accontentarsi di chiudere in ottava posizione. Enormi i progressi mostrati dal giovanissimo Matt Davies: riuscito a rimontare ben nove posizione nelle prime tornate, a compromettere la manche del campione EJC in carica è stato un contatto con Salvadori alla “Quercia”. Nonostante la ripartenza dalla retrovie Matt ha comunque portato a termine la gara, dimostrando nel voler assolutamente tagliare il traguardo grande rispetto per il lavoro del Team e il suo carattere di combattente. E a lottare per traguardi importanti nel futuro prossimo non sarà soltanto il pilota australiano. Josh Day, infatti, continua assieme alla sua squadra il lavoro finalizzato al recupero del feeling perso alla terza gara di campionato. Consapevole delle doti dell’alfiere americano, il team Go Eleven è sicuro di poter ben figurare anche nel Word Supersport Championship. Intanto, il team manager della squadra Denis Sacchetti è tornato a cavalcare la Kawasaki #11 prendendo parte alla prima delle tre prove previste per la Coppa dei Due Paesi. Grandi ambizioni per la gara di casa e attese rispettate. L’ex pilota di Cesena si è rivelato interprete di alto livello regalando grande spettacolo e conquistando la piazza d’onore. Quella appena conclusa è stata una fantastica domenica per la squadra di Gianni Ramello e Piero Cabutti, adesso la compagine capitanata da Denis Sacchetti guarda al futuro e spera di potersi ripetere in occasione del prossimo appuntamento, in programma il week-end del 1 luglio ad Aragon, Spagna.

Gianni Ramello e Piero Cabutti (Team Owners): «Per Go Eleven quello di Misano è stato un round fantastico. Sin dal primo giorno Christian e Tony hanno imposto il proprio passo gara rimanendo costantemente nelle prime posizioni. Domenica Christian è stato molto bravo e soprattutto non si è fatto sopraffare dalla frenesia: il terzo posto da lui conquistato ha un sapore particolare perché è il primo podio di Go Eleven ma anche il primo per il pilota nel quale abbiamo sempre creduto e che sappiamo può darci grandi soddisfazioni. Un grande plauso va anche a Covena mentre Matt, in costante miglioramento, ha dimostrato che il suo talento sta emergendo e per il Team è sinceramente una gioia vederlo combattere con rivali più esperti e temibili. Sono convinto che ci darà grandi soddisfazioni in futuro. Ora credo che con due piloti nella top ten nella classe 600 Stock possiamo dire la nostra nel campionato e dimostrare le potenzialità che abbiamo. Josh sta lentamente migliorando in una categoria difficile come la Supersport ma da lui ci aspettiamo sicuramente di più. Ha fatto una buona gara ma non credo che questo sia il suo vero potenziale. Quando riuscirà ad esprimerlo al meglio Go Eleven potrà dire di essere competitiva anche in WSS. E infine, non possiamo non citare Denis Sacchetti, il ns. Team Manager, che con qualifiche spettacolari e una battaglia furibonda in gara è riuscito ad arrivare secondo nella prima gara della Coppa dei Due Paesi, con una moto praticamente di serie, vedendosela con piloti del calibro di Biliotti, Vostarek e Alessia Polita. Ringraziamo Denis per averci fatto divertire e per aver dato esempio delle capacità innate di un pilota che, seppur fermo da tempo, non si dimenticano. Un grazie a tutto il personale: dai meccanici, agli addetti hospitality, a Simone Corsini - da sempre al ns. fianco - per il grande lavoro svolto. È stato un week-end indimenticabile».

Denis Sacchetti (Team Manager): «Gamarino si è rivelato protagonista fin da subito e in gara ha dimostrato la maturità che gli era stata chiesta. Ha condotto una gara intelligente per un terzo posto finale che rappresenta un risultato veramente importante per tutti noi: dai meccanici alla proprietà del team, ma soprattutto per lui stesso che con questo podio ha dato prova di non essere solo una promessa. Anche Covena è stato molto veloce in prova nonostante una caduta gli abbia impedito di partire dalla prima fila. Il passo gara era buono: eravamo certi di una gara da protagonisti così come è stata. Davies sta crescendo molto e in fretta. Dispiace per la caduta in gara, forse ha chiesto troppo, ma se continua così presto lo vedremo lottare per la top ten. Al momento è uno degli esordienti più interessanti della categoria. Per quanto riguarda Josh, invece, al momento non possiamo pretendere risultati evidenti ma da Misano si sono visti miglioramenti incoraggianti. Presto potremmo essere nuovamente competitivi. La griglia della Supersport è molto corta e basta poco per ‘voltare pagina’».

Christian Gamarino (Stock 600 - Kawasaki Go Eleven #18): «Finalmente a Misano è arrivato il week-end quasi perfetto che aspettavamo! Mi sono subito trovato a mio agio con la moto dalle prime prove; in gara sono scattato dalla seconda posizione e dopo aver conquistato la piazza alle spalle di Van Der Mark e Russo siamo riusciti ad allungare sugli inseguitori. Quando ho visto che il terzo posto era al sicuro ho amministrato il vantaggio e ho portato a casa questo risultato importante per il morale sia per me che per il team. Adesso siamo pronti per Aragon dove cercheremo di riconfermarci. Ringrazio tutto il team per il duro lavoro svolto, soprattutto Gianni Ramello e Piero Cabutti che mi stanno dando questa possibilità».

Denis Sacchetti (Coppa dei Due Paesi - Kawasaki Go Eleven #11): «Siamo partiti alla grande con la pole provvisoria il venerdì e la pole position del sabato ma, scattato dalla prima casella in griglia, in gara ho avvertito subito problemi al mio motore senza però capirne la natura. Ho impiegato alcuni giri per verificare se potesse essere pericoloso. Vedendo che il motore si fermava, allora ho imparato a gestire il problema al meglio nel corso delle tornate e abbiamo dato vita a una bellissima battaglia a tre con Alessia Polita e Vostarek avvantaggiando però Biliotti che aveva preso un buon margine di vantaggio. Sono riuscito a recuperare secondi preziosi fino a tagliare il traguardo in seconda posizione. Ci siamo divertiti ma mi dispiace non essere riuscito a vincere in casa a causa di una noia tecnica. Ora abbiamo altre due gare Brno e Mosca e 5 punti da recuperare in classifica».

Torna su
GenovaToday è in caricamento