Vuoto a rendere: un invito dai Cittadini Sostenibili

Il progetto “Cittadini Sostenibili” si propone di supportare cittadini, privati e decisori nell'effettuare scelte virtuose in merito a temi ambientali e sociali

I volontari del progetto "Cittadini Sostenibili" hanno inviato un comunicato riguardo il tema "Vuoto a rendere" a tutti i Gruppi Consiliari della Regione Liguria e del Comune di Genova, oltre che agli Assessori competenti, con lo scopo di invitare le istituzioni a valorizzare a livello locale la sperimentazione sul vuoto a rendere, come istituita dal Decreto del Ministero dell'Ambiente 142/2017.

Il progetto “Cittadini Sostenibili” si propone di supportare cittadini, privati e decisori nell'effettuare scelte virtuose in merito a temi ambientali e sociali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella comunicazione, inviata agli enti locali, si legge: «Vi scriviamo in merito al Decreto del Ministero dell’Ambiente 142/2017 in tema di “Vuoto A Rendere” che ha fatto partire un progetto di sperimentazione di questo sistema, già in uso in Italia negli anni '80. L'intento è quello di prevenire rifiuti di imballaggio monouso (bottiglie in vetro, plastica o altri materiali) attraverso l'introduzione del sistema di restituzione di bottiglie riutilizzabili. In pratica si mira a incoraggiare il consumatore finale a restituire l'imballaggio al produttore, limitando l'impatto dei materiali di scarto sui rifiuti e il consumo di risorse per produrre nuovi imballaggi. Maggior informazioni sono disponibili sulla pagina dedicata al vuoto a rendere sul sito del Ministero. Vista la natura volontaria dell'adesione da parte degli esercenti all'iniziativa, riteniamo fondamentale una Vostra azione per informare e sensibilizzare i soggetti coinvolti (esercizi privati, associazioni di categoria, enti locali, associazioni di consumatori) al fine di rendere concreta ed attuata questa opportunità di riciclo virtuoso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Autostrade, scatta la gratuità del pedaggio su alcune tratte

  • Come distinguere una vipera, e cosa fare in caso di morso

  • Coronavirus, Gimbe: «Contagio non è sotto controllo in Liguria, Lombardia e Piemonte»

  • Trovato senza vita Andrea Calabrese, era scomparso da una settimana

  • Lutto all'Acquario di Genova, morto il delfino Teide

Torna su
GenovaToday è in caricamento