Patto per il lavoro nel turismo, 330 nuovi contratti in un solo giorno

Il Patto prevede bonus assunzionali per chi stipula contratti nel comparto ricettivo e balneare della durata minima di 8 mesi, stabilizzando in questo modo i livelli occupazionali di un settore che ha contratti medi di poco più di 5 mesi

Nel primo giorno di apertura del bando il "Patto per il lavoro nel turismo" ha registrato richieste per 330 nuovi contratti, parti a 993.390 euro con 92 strutture che hanno presentato le richieste di finanziamento. 

Cosa prevede il Patto

Il Patto prevede bonus assunzionali per chi stipula contratti nel comparto ricettivo e balneare della durata minima di 8 mesi, stabilizzando in questo modo i livelli occupazionali di un settore che ha contratti medi di poco più di 5 mesi. «Più lavoro, più stabilità e maggiore destagionalizzazione. Un risultato straordinario che va oltre ogni più rosea previsione». Lo dichiarano il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore regionale al Lavoro e al Turismo Gianni Berrino.

Il commento di Berrino e Toti

«La strada intrapresa è quella giusta, avendo messo in atto una seria politica attiva del lavoro, concordata con le parti sociali, tesa allo sviluppo del turismo nella nostra regione», ha dichiarato l’assessore al turismo e al lavoro Gianni Berrino.
«Un albergo aperto per un paio di mesi in più è importante per fare vivere tutto il territorio, porta lavoro nei negozi, nei servizi, nei bar, nei ristoranti, clienti per il nostro artigianato di qualità. Questo è il primo passo di interventi concreti che Regione ha in programma per migliorare ed incentivare il lavoro nel settore turistico, prima “industria” regionale».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il “Patto”, finanziato con 3 milioni di euro da fondi Fse per il biennio 2018-19 e firmato tra Regione Liguria e le parti sociali, è il primo esempio in Italia di concreto sostegno al settore turistico, un incentivo forte per permettere alle strutture di restare aperte per più mesi, facilitando quella destagionalizzazione che da tempo è alla base della maggior parte delle politiche di promozione, e ai lavoratori di avere maggiore stabilità e tutele.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autostrade, scatta la gratuità del pedaggio su alcune tratte

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Marijuana per tutti i gusti, giovane in manette a Sestri

  • Bimba rimane chiusa in auto. Genitori: «È nuova, non sappiamo aprirla»

  • Coronavirus, l’infettivologo Bassetti: «Primo tempo sta per finire, prepariamoci al secondo»

  • Trovato senza vita Andrea Calabrese, era scomparso da una settimana

Torna su
GenovaToday è in caricamento