Cucina

I gattafin, una specialità del levante

I gattafin sono originari del levante ligure, e sono ravioli fritti con ripieno di erbe, uova, parmigiano e verdure

credits instagram@olcrom

Una vera e propria ghiottoneria (da mangiare con parsimonia per non essere bocciati alla prova costume): sono i gattafin, specialità del levante ligure. Hanno la forma simile a quella di un raviolo, sono fritti e contengono le famose erbe aromatiche della Liguria, oltre a verdure, uova, e formaggi.

Ecco come prepararli secondo AgriLiguriaNet:

Ingredienti:

Per la sfoglia:

  • 400 g di farina
  • olio
  • acqua
  • sale

Per il ripieno:

  • 1 kg tra erbette di campo e bietole
  • una cipolla dolce
  • due uova
  • formaggio parmigiano
  • pecorino sardo
  • olio
  • maggiorana
  • noce moscata
  • sale

Preparazione:

Setacciare la farina e metterla a fontana, quindi versare un filo d'olio, una presa di sale e l'acqua che può essere sostituita da un bicchiere di vino bianco, volendo aggiungere un uovo. Impastare sino ad ottenere un impasto liscio e morbido. Far riposare. 

Lessare le erbette e le bietole in acqua e sale, scolarle, farle raffreddare leggermente, strizzarle, tritarle in modo grossolano, rosolarle con la cipolla, o meglio i cipollotti. 

Sbattere a parte le uova, quindi unirvi le verdure, i due formaggi grattugiati, il sale e le spezie, la maggiorana, le uova ed un goccio d'olio, amalgamare il tutto. Stendere la pasta e mettere distanziato il ripieno, un cucchiaio per ogni raviolo, ripiegare e chiudere pigiando bene sui bordi, con la rotella tagliare in modo da dare la classica forma a mezzaluna. 

Si ricorda che i gattafin sono grandi circa 10 centimetri. Friggere in olio bollente, scolare e servire caldo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I gattafin, una specialità del levante

GenovaToday è in caricamento