menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pericoloso ladro professionista arrestato sul treno

Il giovane ha trascorso gli ultimi due anni fra le regioni Piemonte, Lombardia, Veneto e Trentino-Altro Adige, commettendo, con frequenza quasi giornaliera, danneggiamenti e furti aggravati ai danni di esercizi commerciali e abitazioni

Un romeno di 27 anni, verso le 8 di mattina di lunedì 6 giugno, è stato individuato e arrestato dagli agenti del posto Polfer di Tortona, durante il regolare servizio di scorta a bordo treno svolto sul treno regionale della linea Tortona-Genova Brignole. Il giovane viaggiava su un treno regionale cercando di sfuggire alle forze dell'ordine, a causa di due provvedimenti di cattura, emessi dalle Autorità Giudiziarie di due regioni.

Alla vista degli agenti l'uomo si è alzato dal sedile con fare nervoso, dirigendosi in fretta verso l'uscita della carrozza, i suoi movimenti hanno destato sospetti nella polizia che l'ha subito raggiunto e identificato.

Dagli accertamenti condotti sull'identità del viaggiatore, in collaborazione col personale del compartimento Polfer di Genova, sono emersi a suo carico due provvedimenti di cattura: il primo emesso dal Tribunale di Rovereto lo scorso aprile per il reato di evasione dagli arresti domiciliari a seguito di condanna per furto aggravato; il secondo è stato emesso lo scorso maggio dal Tribunale di Verona, dopo la condanna per i reati di furto aggravato, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Da successivi accertamenti è emerso che l'uomo, di fatto senza fissa anche se anagraficamente residente in provincia di Alessandria, ha trascorso gli ultimi due anni fra le regioni Piemonte, Lombardia, Veneto e Trentino-Altro Adige, commettendo, con frequenza quasi giornaliera, danneggiamenti e furti aggravati ai danni di esercizi commerciali e abitazioni.

Condannato varie volte per tali reati, era ricercato dalle forze dell'ordine di queste regioni; i Tribunali che hanno proceduto nei suoi confronti lo hanno descritto come persona socialmente pericolosa, per le caratteristiche della sua condotta delittuosa.

Al termine delle verifiche l'uomo è stato associato alla Casa Circondariale di Marassi, a disposizione delle Autorità Giudiziarie del Veneto e del Trentino-Alto Adige.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento