Cronaca

Stoppani: iniziata la demolizione del magazzino, una delle strutture più inquinate

Sono iniziati i lavori di demolizione del vecchio magazzino prodotti dell'ex Stoppani, fra le strutture rimaste, una delle più interessate dal cromo esavalente

Il fischio d'inizio lo ha dato la sirena della fabbrica, poi alle dieci di questa mattina, sotto i getti nebulizzati di un cannone ad acqua per abbattere le polveri, monitorate da quattro postazioni, è cominciata con i primi colpi di benna sul ferro e i mattoni dei muri, la demolizione del vecchio magazzino prodotti dell'ex Stoppani, la fabbrica del cromo che per un secolo ha inquinato la Val Lerone, prima dell'avvio del risanamento di questa emergenza nazionale affidato dal 2006 a un Commissario delegato dal Governo.

Il magazzino dove venivano depositati i prodotti delle lavorazioni (l'acido cromico e il salcromo) era, fra le strutture rimaste, una delle più interessate dal cromo esavalente e anche la stabilità della costruzione, molto degradata e parallela alla strada provinciale di Lerca, era ormai fortemente compromessa.

Motivi evidenti e stringenti quindi per far partire proprio da questo magazzino gli interventi che completeranno smantellamenti e risanamenti anche nell'area Nord dell'ex stabilimento chimico.

«I lavori – dice Cecilia Brescianini, soggetto attuatore della struttura commissariale per il sito ex Stoppani – si concluderanno con la completa demolizione del magazzino. Tutti i detriti saranno sottoposti a caratterizzazione e le parti maggiormente inquinate dall'acido cromico, soprattutto le più basse e vicine al suolo, verranno racchiuse in sacchi sigillati e stoccate, pronte per essere trattate in speciali siti esteri quando saranno disponibili le risorse necessarie. Anche le parti meno contaminate verranno confezionate e stoccate in attesa dello smaltimento finale».

Ad assistere alle operazioni anche il sindaco di Cogoleto Anita Venturi che dice «finalmente vediamo proseguire le demolizioni, un passo avanti in attesa di quella che sarà certamente la partita più impegnativa, onerosa e difficile, la bonifica finale dei siti».

Per far svolgere in piena sicurezza tutte le complesse e delicate attività del cantiere la Provincia, su richiesta della strutturale commissariale ex Stoppani d'intesa con il Comune di Cogoleto, ha disposto la chiusura dei primi 800 metri della strada provinciale 78 di Lerca dalle 7 di questa mattina alle 19 di venerdì 5 settembre.

Completato questo intervento le demolizioni e decontaminazioni nell'area nord dell'ex stabilimento del cromo proseguiranno nei prossimi mesi con gli smantellamenti degli impianti di lisciviazione e dei forni 58 e 70.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stoppani: iniziata la demolizione del magazzino, una delle strutture più inquinate

GenovaToday è in caricamento