Donne maltrattate e uomini violenti, due nuovi sportelli a cui rivolgersi

Gli operatori delle due associazioni, che effettueranno i colloqui di accoglienza, hanno una formazione specifica sull'argomento e saranno presenti su appuntamento negli uffici di via San Giovanni d'Acri 6

Oggi presso la Camera del Lavoro di Genova è stata presentata l'apertura di due nuovi sportelli: uno a cura del Centro per non subire violenza Onlus dedicato alle donne maltrattate e uno a cura dell'associazione White Dove, luogo di ascolto e prima accoglienza dedicato agli uomini autori di violenza nelle relazioni affettive.

Come spiega Elena Bruzzese Segretaria Cgil Genova «abbiamo deciso di ospitare questi due sportelli perché non vogliamo limitare il nostro impegno in questo campo a giornate singole come l'8 marzo o il 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne».
 
Gli operatori delle due associazioni, che effettueranno i colloqui di accoglienza, hanno una formazione specifica sull'argomento e saranno presenti su appuntamento negli uffici di via San Giovanni d'Acri 6. La Cgil quindi ospiterà un servizio di ascolto e primo filtro per poi eventualmente indirizzare le persone verso un percorso strutturato.
 
In particolare, il Centro per non subire violenza si occupa dei temi legati alla violenza intrafamiliare, domestica e assistita e oltre al servizio di ascolto, orientamento alle risorse territoriali, offrirà con la sua struttura – e in base ai contenuti emersi dal primo contatto con l'utente - un primo colloquio di counseling su appuntamento presso la sede del Centro di via Cairoli 14/7 (consulenza legale penale e civile, costruzione di un progetto residenziale nelle strutture gestite dall'associazione, ecc.).
 
Intanto, il prossimo 25 novembre, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, Cgil Genova organizza presso la sua sede di via San Giovanni d'Acri con inizio alle 9, l'evento pubblico dal titolo “Sei forte quando…fai la scelta giusta”.

La giornata prevede la proiezione di alcuni cortometraggi realizzati nell'ambito del progetto 'Five Men', che si propone di sviluppare strategie di comunicazione per trasmettere agli uomini e ai ragazzi un messaggio chiaro di 'tolleranza zero' per tutte le forme di violenza contro le donne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'iniziativa parteciperanno anche alcune classi degli istituti superiori del nostro territorio; in particolare saranno presenti tre classi degli istituti Bergese, Ruffini e Odero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paola Cortellesi è Petra, l'ispettore genovese: «Il mio personaggio non fa la femminista, lo è»

  • Genovese di 98 anni trova un BFP da 100mila euro durante il lockdown: parte dei soldi alla ricerca

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

  • Coronavirus al San Martino, un'infermiera e un paziente positivi

  • 'Boom' di accessi ai pronto soccorso, ambulanze ferme al Galliera

  • Coronavirus: aumento di casi nel centro storico di Genova, ma nessun cluster

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento