Cronaca Sampierdarena / Via Enrico Porro

Sfollati ponte Morandi: mutui azzerati e due mesi di affitto già pagati

Dopo Intesa San Paolo, anche il Gruppo Banco Bpm ha deciso di cancellare i mutui agli sfollati. Nel frattempo il Comune ha pagato due mensilità a chi è andato a stare in affitto

Il Comune di Genova ha deciso di liquidare immediatamente ai nuclei degli sfollati che ne hanno fatto richiesta le prime due mensilità del contributo per l'autonoma collocazione, previsto dall'ordinanza nazionale di Protezione civile, in attesa che le risorse stanziate dal Governo siano rese disponibili. 

«Sono particolarmente soddisfatto che la nostra Amministrazione sia sensibile a pronte risposte ai cittadini sfollati - sottolinea l'assessore alle Politiche abitative Pietro Piciocchi -. Sentiamo la responsabilità di dare certezze alle persone che in questo momento si trovano in difficoltà e che grazie a questo anticipo di risorse potranno immediatamente attivarsi per la ricerca delle loro case. Come abbiamo sempre fatto dal giorno stesso in cui è scattata l'emergenza, stiamo cercando le migliori soluzioni fianco a fianco con le famiglie. Una di queste, oltre all'assegnazione diretta di abitazioni, è - appunto - il contributo per chi cerca una sistemazione alternativa in affitto: finora sono 95 le domande evase».

Dal 31 agosto il Comune di Genova, insieme a Regione Liguria, ha concordato con Società Autostrade un supporto economico a favore degli sfollati per il pagamento delle rate dei mutui contratti per l'acquisto dell'abitazione che sono stati costretti a lasciare in seguito al crollo di ponte Morandi.

Come già fatto da Intesa San Paolo, anche il Gruppo Banco Bpm - presente sul territorio ligure attraverso le filiali a marchio Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, Banca Popolare di Novara, Banca Popolare di Milano e Banca Aletti - ha deciso di offrire il proprio sostegno a tutti i soggetti titolari di mutui sugli immobili, oggetto del provvedimento di sgombero della zona rossa e provvederà quindi ad accordare - su richiesta dei clienti presso la propria filiale di riferimento - la sospensione delle rate dei mutui senza alcuna applicazione di costi o commissioni aggiuntive.

Viene, inoltre, predisposto un plafond per imprese e famiglie residenti nella zona rossa a tasso agevolato, del valore complessivo pari a 50 milioni di euro. I clienti interessati potranno recarsi presso la propria filiale per richiedere tutte le informazioni relative a tempi e modalità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfollati ponte Morandi: mutui azzerati e due mesi di affitto già pagati

GenovaToday è in caricamento