menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scritta antisemita in via Balbi, appello a Tursi: «Rimuoverla al più presto»

La denuncia di Roberto Malini, presidente dell'associazione per i diritti umani EveryEye Group, che ha notato il graffito corredato da una svastica sul muro di un palazzo in pieno centro

Via ebrei da Italia”: questa la scritta, corredata da una svastica, tracciata sul muro di un palazzo in via Balbi, preoccupante manifestazione di razzismo e intolleranza denunciato da Roberto Malini, studioso e autore di diversi scritti sulla Shoah e co-presidente dell’associazione per i diritti umani EveryOne Group.

«La scritta di via Balbi è incivile, ma rappresenta una corrente ideologica che si espande anche a causa del fatto che le istituzioni e i media non la combattono con sufficiente convinzione. Ne è una riprova il fatto che nessuno si è ancora preso la briga di cancellarla: basterebbe un flacone di alcool denaturato che si può acquistare nella farmacia limitrofa», fa sapere in una nota Malini, che ha notato e fotografato il graffito antisemita lo scorso 16 agosto, sottolineando che «i neonazisti sono ancora oggi in prima linea in queste odiose manifestazioni di intolleranza, ma non sono i soli ad esprimere odio contro il popolo ebreo e lo Stato di Israele. Personalmente sono stato inserito più volte nelle liste di proscrizione di movimenti razzisti e neonazisti, fra cui StormFront e WhitePride, ma anche in alcuni blog del movimento di critica globale, che in un'occasione hanno minacciato di 'cucirmi una stella di Davide sul petto’».

Da qui l’appello, rivolto al Comune e al comando di Polizia Municipale, di rimuovere al più presto il graffito e di «impegnarsi con maggiore costanza per combattere l'antisemitismo e il razzismo dilaganti, promuovendo una cultura di uguaglianza e rispetto reciproco, ricordando anche ai cittadini e soprattutto alle nuove generazioni come la cultura dell'odio razziale abbia prodotto nella storia atrocità come la ghettizzazione, i pogrom e la Shoah, ricacciando ogni volta la civiltà in un'epoca barbarica e priva di valori morali».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Vaccino coronavirus, Toti: «Ritengo che da giugno si andrà senza più fasce di età»

  • Coronavirus

    Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

  • Coronavirus

    Scuole, la didattica in presenza sale all'80 per cento

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento