rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

Aggressioni sui bus, proclamato il primo sciopero per la sicurezza

La protesta è stata indetta dal sindacato Ugl Fna e andrà in scena mercoledì 27 luglio dalle 20 alle 24

La segreteria Ugl Fna ha proclamato il primo sciopero sulla sicurezza. Mercoledì 27 luglio i lavoratori di Amt aderenti al sindacato incroceranno le braccia dalle 20 alle 24.

"Abbiamo incontrato l'azienda - spiega Roberto Piccardo, dirigente sindacale Ugl Fna - a cui abbiamo esposto le nostre proposte; questo in prospettiva della creazione di un tavolo operativo da noi richiesto con istituzioni e forze dell'ordine per trovare le soluzioni possibili e attuabili. Il nostro lavoro è quello di trasportate l'utenza, ma lo Stato ha il compito di garantire la sicurezza così da permettere ai passeggeri e ai lavoratori di tornare a casa sani e salvi".

"Se poi non si riesce a garantire la sicurezza negli orari notturni - prosegue Piccardo -, fermiamo il servizio in quella fascia oraria. L'impegno dei conducenti è costante, l'obbligo della mascherina Ffp2 alla guida ha già provocato malori, i bus con aria condizionata fuori uso sono da considerarsi guasti così come da omologazioni della  motorizzazione".

"Ai colleghi non si riescono a garantire i bagni a tutti i capolinea - sottolinea Piccardo -, così come il rispetto dei regolamenti di bordo, e l'azienda invece di incentivare il personale visto l'enorme senso di responsabilità dimostrato per garantire il servizio, cerca ogni pretesto per osteggiarli. Da qui l'amarezza dei dipendenti".

"Ovviamente la protesta è per condannare non solo la violenza contro gli autisti ma anche contro i verificatori della sosta e dei titoli di viaggio, aggrediti anche loro quotidianamente, conclude il sindacalista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressioni sui bus, proclamato il primo sciopero per la sicurezza

GenovaToday è in caricamento