rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Centro Storico / Piazza di Sarzano

Sarzano, appello ai "residenti reporter" contro il degrado della movida

Pronto un esposto. La decisione arriva «dopo l’ultimo delirante fine settimana» caratterizzato da schiamazzi, urla, abuso di alcol e droghe e in certi casi veri e propri atti di vandalismo contro auto e portoni

Filmati, fotografie e «tutto ciò che può aiutare a documentare il degrado della movida nella nostra zona»: è l’appello che il comitato “Amo il Centro Storico - Genova Sarzano” ha lanciato via social network per invitare residenti e non solo a unire le forze per l’esposto che nei prossimi giorni verrà presentato a Municipale, Carabinieri e Polizia.

La decisione arriva «dopo l’ultimo delirante fine settimana» caratterizzato da schiamazzi, urla, abuso di alcol e droghe e in certi casi veri e propri atti di vandalismo contro auto e portoni: soltanto l’ennesima dimostrazione, per i residenti di Sarzano, dello stato in cui versa questa parte di centro storico, per cui erano già stati presentati altri due esposti ad aprile e a giugno scorsi. Ancora nulla è però cambiato, e gli abitanti della zona hanno finito per improvvisarsi spazzini, controllori, vedette e adesso persino reporter: «Nel caso aveste materiale che documenta il degrado della movida nella nostra zona e voleste allegarlo all'esposto che presenteremo contattateci», si legge sulla pagina Facebook del comitato “Amo il Centro Storico”.

Il testo dell’esposto

Nel testo già redatto in attesa di allegare materiale video e foto, i residenti individuano nella zona compresa tra via di Ravecca e i Giardini Luzzati i maggiori problemi: «Da anni è oggetto e ostaggio di una movida degradata che si caratterizza per la regolare frequentazione di giovani e giovanissimi, spesso minorenni, che consumano alcol in bottiglie di vetro, consumano e scambiano ogni genere di droga, comprese cocaina e crack, assumono comportamenti connessi al conseguente stato di pesante alterazione ed evidentemente da loro ritenuti tollerati per la costante assenza di sanzioni, quali urla e cori sino a tarda notte, vomito e urina nei portoni, atti vandalici su arredi urbani e proprietà private, lasciando ogni notte una grande quantità di rifiuti, in gran parte vetro, in tutta l’area.

Stupisce che, nonostante le segnalazioni ripetutesi negli anni, nessun intervento significativo sia ad oggi stato effettuato nella parte alta di Vico del Fico lato Piazza delle Lavandaie, nella parte terminale di Vico del Dragone lato Sarzano ed in Vico Tre Re Magi nella zona sovrastante il campo di calcio delle Erbe.

Queste aree costituiscono, infatti, luoghi di ritrovo abituali tutti i Venerdì e Sabato sera a partire dalle ore 22:30 / 23:00 per i gruppi di ragazzi che attuano i comportamenti suddetti, i quali interessano poi Vico del Dragone, Via di Ravecca, Vico Boccadoro, Vico dei Casareggio, Vico delle Fate, Piazzetta Mattei sino all’interno della Scuola Garaventa, Piazza Sarzano.

L'assemblea pubblica

Una valida occasione per discutere della situazione a Sarzano potrebbe essere l’assemblea pubblica indetta per mercoledì 29 novembre per discutere del progetto di pedonalizzazione, contro cui molti residenti si erano già schierati, un po’ per questioni legate al parcheggio, un po’ per il timore che la pedonalizzazione potrebbe ulteriormente incentivare i “vandali della movida” a scorrazzare per il quartiere sino a tarda notte. Dall’altro lato, la pedonalizzazione e l’eventuale permanenza del Mercatino di San Nicola, che quest’anno si sposta proprio a Sarzano causa lavori in Piccapietra, potrebbe anche fungere da deterrente per atti vandalici

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarzano, appello ai "residenti reporter" contro il degrado della movida

GenovaToday è in caricamento