Tentato omicidio fuori dalla discoteca, la vittima resta grave

La polizia ha arrestato il 29enne di origini colombiane che nella notte tra venerdì e sabato ha colpito con un paio di forbici un 27enne rivale per motivi di gelosia. La prognosi del ferito è riservata

Resta ricoverato in gravi condizioni all’ospedale San Martino il 27enne di origini ecuadoriane colpito con un paio di forbici da cucina all’uscita da uno discoteca di largo Jurse, a Sampierdarena, poco prima dell’alba dell’Immacolata.

I medici non hanno ancora sciolto la prognosi: il colpo, sferrato da un 29enne di origini colombiane durante una lite per gelosia, è arrivato a pochi millimetri dal cuore, segno, per i poliziotti che sono intervenuti, che l’intenzione era quella di uccidere. Ed è per questo che l’uomo, appena dimesso dall’ospedale per la medicazione di alcuni lievi ferite, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Crimine della dirigente Alessandra Bucci stanno adesso ricostruendo l’esatta successione di eventi della notte tra venerdì e sabato: stando a quanto appreso sinora, i due avrebbero trascorso la serata nel circolo SuperVip di vico Bozzolo, già più volte segnalato per episodi di violenza avvenuti al suo interno, finendo per iniziare un’accesa discussione una volta fuori dal locale. A quel punto il 29enne avrebbe estratto un paio di forbici e si sarebbe scagliato contro il rivale colpendolo al petto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Scalinata Borghese restituita alla città: ecco com'è diventata

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

  • Addio a Giovanni Filocamo, è morto il "matematico curioso"

Torna su
GenovaToday è in caricamento