rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Cronaca Nervi

Al ristorante a sbafo, allarme in riviera per il cliente scroccone: già 5 casi

Il 67enne si fa servire e al momento del conto finge un malore e fa chiamare l'ambulanza. I ristoratori colpiti: "Uniamoci per sporgere querela" e intanto sui social circola già l'identikit

Dal primo al caffè ma al momento del conto si sente male per non pagare. È la tattica usata da un 67enne di Bogliasco per uscire a pancia piena dai ristoranti ma senza toccare il portafogli.

L'allarme arriva dalla Pubblica assistenza nerviese che nelle ultime settimane è già intervenuta cinque volte per "soccorrere" il malato immaginario che, a quanto pare, preferisce farsi due ore al pronto soccorso e poi essere dimesso piuttosto che sborsare qualche decina di euro.

L'identikit dello scroccone seriale è stato pubblicato sui gruppi social di quartiere di Nervi e Quinto per avvisare i bar e i ristoranti della riviera di levante: "Un uomo sulla settantina, molto robusto, capelli bianchi a spazzola bianchi, porta un paio di Crocs grigie, entra nei locali e ordina da mangiare e bere, e al momento di pagare simula un malore e chiama l'ambulanza".

Da chiarire se possa trattarsi di una persona indigente che utilizza questa tecnica per recuperare un pasto: "Se invitato a pagare prima di andare via, ammette di non avere soldi", conclude il soccorritore. 

Lo scroccone è già stato segnalato in Questura, a Genova, dopo che la titolare di un ristorante sul mare a Quinto ha chiamato la polizia, l'appello della donna agli altri ristoratori è quello di unirsi per sporgere querela.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al ristorante a sbafo, allarme in riviera per il cliente scroccone: già 5 casi

GenovaToday è in caricamento