I Puffi invadono la città: un'idea genovese

Puffi tra i vicoli, poi al Porto Antico. E potrebbe anche capitarvi di "incontrarli", in attesa di essere fotografati, anche se non esattamente sotto forma umana. Un'idea tutta genovese

Ricordate i simpatici e piccolissimi omini blu, con scarpe e cappello bianchi? Sì, proprio i tanto amati Puffi, nei ricordi d'infanzia di tante generazioni. Ebbene, proprio loro potreste "incontrare" per le strade della nostra città. Anche se non esattamente sotto forma umana, ma piuttosto di piccoli oggetti da collezione.

L'idea, tutta genovese, è del 37enne Claudio Tallone (pagina Facebook Il fotografo dei Puffi, su Instagram il profilo è senzanickel), che li ha immortalati prima vicino al Bigo, poi in piazza De Ferrari, ma anche in tanti altri luoghi.

In tutto, Claudio ha collezionato - raccogliendoli qui e là - ben 200 Puffi, che sono stati fotografati in tutto il mondo. NewYork, Berlino, ma anche a Malta, Santorini, Valencia, Madrid, Washington e Istanbul sono solo alcune delle città che fanno da sfondo a questi simpatici scatti.

Un progetto che va avanti ormai da anni e che ha già diversi followers sui vari social network. E chissà che non vi capiti di incontrare un Puffo proprio sotto casa, in "attesa" di essere fotografato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

Torna su
GenovaToday è in caricamento