Riapertura Cup, come tornare a prenotare gli esami medici

I canali saranno call center, medici e farmacie

Ripartono le prenotazioni di esami medici anche al Galliera. Da lunedì sarà possibile richiedere le visite tramite il Cup, Centro Unico di Prenotazioni.

Tutti i cittadini iscritti al Servizio Sanitario Nazionale che hanno la relativa richiesta del medico, possono richiedere visite ed esami specialistici al Galliera e negli altri ospedali.

Per quanto riguarda il sistema di prenotazione per gli accessi al Centro Prelievi del Laboratorio di Analisi si inizierà con otto prenotazioni all'ora, per passare poi a 20 prenotazioni all'ora.

Richiamo pazienti in attesa

L’ospedale è impegnato a richiamare e ricollocare prima possibile tutti gli utenti che non hanno potuto fruire delle prestazioni prenotate nel periodo intercorso dal 10 marzo ad oggi. L'ospedale comunica che in  parte si è dovuta ridurre l’offerta e al contempo sospendere provvisoriamente molte prenotazioni già in essere proprio per offrire l’opportunità di essere visitati a coloro che attendono da più tempo.

Gli utenti a suo tempo prenotati (sia dal 10 marzo che da oggi in avanti) devono attendere una chiamata/contatto diretto da parte delle segreterie ambulatoriali prima di recarsi a visita o ad effettuare la prestazione.

Il contatto telefonico si rende necessario anche per poter espletare delle attività di pre-triage sulle condizioni generali dell’interessato. Nel dubbio, per informazioni, sarà possibile contattare l’URP o i numeri telefonici di riferimento per singola Struttura che saranno evidenziati nei prossimi giorni sul sito del Galliera .

Molte attività potranno essere espletate dai medici degli ambulatori anche attraverso modalità di assistenza “a distanza”, tramite telefonata o videochiamata ove possibile, senza corresponsione di ticket o altro pagamento, evitando peraltro di doversi recare preso gli ambulatori.

Sono state avviate infatti, sin da aprile, attività recupero delle prenotazioni e riorganizzazione di spazi laddove è risultato possibile effettuare una assistenza “a distanza” con modalità di teleconsulto, senza dover confermare la presenza fisica della persona presso gli ambulatori. Ciò è stato attuato dalla maggior parte delle strutture di area medica, in particolare per le Strutture di Neurologia e Geriatria. Per mera esemplificazione, quest’ultima Struttura ha contattato e gestito a distanza quasi 200 utenti/prestazioni fino ad oggi.

In una nota l'ospedale fa sapere che condizione necessaria per la riapertura della maggior parte degli ambulatori è stato l’allestimento del triage in ingresso presso la portineria di S. Filippo (via Volta 6) e la definizione dei percorsi in entrata/uscita dall’ospedale. L'accesso alle strutture avverrà secondo i protocolli di sicurezza previsti in questa fase.

Le attività correlate ai pazienti oncologici (SC Oncologia, Radioterapia, Medicina Nucleare) non sono state mai interrotte anche ricorrendo all’accesso su chiamata diretta o prescrizione di impegnativa con Priorità “U” o “B” da parte dei MMG. Medesimo comportamento si è tenuto per gli ambulatori afferenti all’area ostetrica, chirurgica, radiologica e di laboratorio, sempre per le prestazioni “U” e “B”.

Dal 4 giugno sono stati riattivati gli ambulatori del padiglione C (Oculistica, Oculistica Oncologica, Otorinolaringoiatria, Ortopedia delle Articolazioni, Centro della Terapia Antalgica, Centro della Chirurgia della Mano). Presso l’ingresso di corso Mentana è stata posizionata una postazione di triage sanitario e una postazione della S.C. Macroarea per l’eventuale registrazione amministrativa e pagamento ticket. Sempre dal 4 giugno, è stata progressivamente riavviata l’attività della S.C. Dermatologia che ad oggi può già disporre di prestazioni aperte a CUP.

Come già richiamato, molti pazienti sospesi dal 10 marzo scorso sono stati richiamati e riprenotati ove possibile, a far data dal 4 giugno per gli ambulatori delle Strutture allocate nel Pad. C (vedi sopra). Ad oggi, la maggior parte (tra il 70% ed il 90%) dei pazienti rimasti in sospeso sono già stati richiamati e ricollocati. Nelle prossime settimane, dai primi di luglio, relativamente a queste strutture si verificherà di disporre sia il recupero del pregresso che la riapertura dei posti per le agende a CUP Metropolitano.

I pazienti sono stati “pre-triagati” tutti telefonicamente prima di ricollocarli.
 

Per le altre strutture, le date di riavvio e recupero del pregresso sono state successivamente (ed ancora sono in corso) concordate e comunicate a CUP Liguria per le variazioni, secondo un programma progressivo e scaglionato.


Modalità tramite Cup

Per la prenotazione i canali disponibili saranno: call center (800 098 543, da lunedì a venerdì, dalle 8 alle 18), studi dei medici di medicina generale e farmacie; gli sportelli Cup territoriali saranno aperti al pubblico solo qualora le caratteristiche logistiche e la gestione dei flussi di utenti consentano l'osservanza di tutte le misure previste per la prevenzione del contagio da Covid. Sabato 27 giugno, il call center Cup (800 098 543) sarà aperto in modalità straordinaria dalle 8 alle 13. Resta sospeso l'accesso diretto alle prestazioni di specialistica ambulatoriale, compreso l'accesso ai centri prelievo che avverrà solo su prenotazione.

A partire dal 22 giugno e la prima metà di luglio, e comunque quanto prima possibile, saranno riaperti e attivi su CUP Metropolitano diversi slot di prenotazione relativi a:
ecografie Ginecologiche; Rx tradizionale; Radioterapia; Neuro RM; visite cardiologiche con ECG; visita Medicina Nucleare; PET globale corporea; visita dermatologica; visita gastroenterologia; visita terapia antalgica; visita chirurgia generale e coloproctologica; monitoraggio holter; visita fisiatrica.

Vi sarà dunque una ulteriore progressiva riapertura delle agende ARP (follow up e presa in carico successive a prima visita/prestazione) e prime visite/prestazioni gestite direttamente da sistema Metropolitano dai primi di luglio fino agli inizi di settembre.

Per minimizzare e ridurre la diffusione del virus Sars-Cov2, saranno adottate tutte le misure generali di prevenzione con un conseguente aumento dei tempi necessari di esecuzione per le singole prestazioni.

Per eventuali criticità e segnalazioni, sarà possibile contattare: URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico). Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 15. Tel: 010 563 2090 urp@galliera.it
A breve sulla home page del sito del Galliera (https://www.galliera.it/), verranno pubblicati i numeri telefonici degli ambulatori da contattare per eventuali criticità e per richiedere informazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

Torna su
GenovaToday è in caricamento