menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermata in via di Prè alle 2 di notte, finge di essersi persa

La giovane prima aveva tentato di giustificarsi dicendo di dover andare in farmacia, ma di stare aspettando un amico. In bocca nascondeva cocaina

Trovata a vagare per il centro storico, considerata l'ora, è stata fermata per un controllo. Protagonista della vicenda una genovese 27enne, intercettata dalla polizia intorno alle 2 di mercoledì 9 dicembre in via di Prè. Per giustificare la sua presenza in strada la giovane ha tentato varie scuse, tutte poco plausibili, come: "devo andare in farmacia ma sto aspettando un amico" oppure "sono venuta in macchina ma adesso mi sono persa e non ricordo dove ho posteggiato la macchina".

Le giustificazioni poco veritiere e l'atteggiamento nervoso della ragazza hanno insospettito sempre di più gli operatori. Aiutata a ritrovare l'auto, ad attenderla al suo interno vi era il fidanzato, un venezuelano di 34 anni. Nel vano portaoggetti del veicolo i poliziotti hanno sequestrato un coltello di 20 centimetri, motivo per il quale la ragazza è stata denunciata.

Inoltre, all'interno del cavo orale, la ventisettenne nascondeva un involucro termosaldato di cocaina per cui è stata segnalata amministrativamente. La coppia di fidanzati è stata infine sanzionata per aver violato la normativa anti covid, che vieta gli spostamenti dopo le 21 senza valido motivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Liguria entra in zona arancione: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento