Cronaca

Ponte Morandi, al via la ricognizione dei veicoli danneggiati

Il presidente della Regione Liguria Toti: «Chi ha avuto l'auto distrutta sia esentato dal bollo»

Agevolare le procedure di rottamazione per chi ha avuto la macchina distrutta dal crollo del ponte, in modo da non dover pagare il bollo: è questo lo scopo della ricognizione voluta dalla Regione Liguria con un’apposita scheda che verrà pubblicata sul sito internet regionale.

«Stiamo mettendo in campo ogni provvedimento utile a migliorare la vita dei cittadini colpiti dal crollo di ponte Morandi - ha commentato il presidente Toti - molti dei veicoli sepolti dal ponte sono ancora soggetti al pagamento del bollo, e l’Ordinanza di Protezione Civile non contempla questa tipologia di danno. Stiamo avviando contatti con il Pubblico Registro Automobilistico per ottenere la rottamazione d’ufficio dei veicoli coinvolti, senza aggravio di spese per i cittadini. Questo ci consentirà di predisporre possibili misure di ristoro, da inserire nella Legge di stabilità regionale per l’anno 2019».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Morandi, al via la ricognizione dei veicoli danneggiati

GenovaToday è in caricamento