rotate-mobile
Cronaca Campi / Via Giorgio Perlasca

Crollo Morandi, allo studio modifiche per facilitare l'accesso a Certosa e Rivarolo

«È allo studio la possibilità di attivare il doppio senso di circolazione in via Perlasca, tratto monte, e questo permetterà l'accesso alla zona di Certosa e Rivarolo percorrendo via Campi-Custo-Fratelli Bronzetti». A dirlo l'assessore Campora

Il Consiglio comunale di giovedì 18 ottobre 2018, come di consueto, è iniziato con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata.

Maria Tini (M5S) ha domandato se è possibile rendere carrabile ponte Campi, utilizzando la passerella all'altezza dell'Ansaldo, che ora è pedonale. Anche Cristina Lodi (Pd) ha chiesto quando verranno aperti i collegamenti da e per Certosa: il ponticello di via Perlasca per consentire l'immissione su via Trenta Giugno e la possibilità di svoltare davanti all'ex centrale del latte, per ritornare a Rivarolo senza dover andare fino a Bolzaneto.

La replica dell'assessore Matteo Campora: «Siamo in una fase di monitoraggio dei flussi di traffico. Il collega assessore alla Mobilità Stefano Balleari comunica che al momento non si può svoltare a sinistra da via Trenta Giugno verso via Perlasca in quanto si tratta di due quote diverse. È allo studio la possibilità di attivare il doppio senso di circolazione in via Perlasca, tratto monte, e questo permetterà l'accesso alla zona di Certosa e Rivarolo percorrendo via Campi-Custo-Fratelli Bronzetti. La manovra di svolta per i veicoli diretti verso Pontedecimo è già consentita, mentre la possibilità di svolta nella zona della centrale del latte non è stata presa in considerazione in questa prima fase. La situazione della viabilità è sottoposta a un continuo monitoraggio, in modo da porre in essere correttivi, anche sulla base delle indicazioni che ci arriveranno dai cittadini, delle aziende, del Municipio».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo Morandi, allo studio modifiche per facilitare l'accesso a Certosa e Rivarolo

GenovaToday è in caricamento