rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Piazzale Marassi�

Detenuto uccide il compagno di cella

Sul posto il personale del 118, che non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Roberto Molinari, 58 anni, potrebbe essere stato ucciso dal suo compagno di cella

Tragedia nel carcere di Marassi. Un detenuto italiano di 58 anni, Roberto Molinari, è stato trovato morto nel suo letto nella mattinata di mercoledì 13 settembre. A dare l'allarme è stata la polizia penitenziaria. Sul posto è intervenuta un'ambulanza della Croce Verde sezione Burlando, ma il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Molinari sarebbe stato ucciso nel sonno dal suo compagno di cella, Roberto Gervasio, di 48 anni, anch'egli senza fissa dimora. La polizia scientifica, su impulso del magistrato di turno, ha raccolto campioni, che poi verranno analizzati nell'ambito dell'inchiesta, aperta per fare luce sulla vicenda.

"Se fosse vero, come riportano gli organi di informazione, che si sta indagando per omicidio per il detenuto trovato morto oggi in cella, non potremmo che parlare di orrore nel carcere di Marassi nel contesto di una situazione penitenziaria sempre più critica e allarmante". Così il segretario generale del Sappe, Donato Capece, dopo aver appreso la notizia della morte di un detenuto nel carcere genovese di Marassi.

Per Capece è necessario ripensare completamente la questione penitenziaria. "Quanto accaduto nel carcere di Marassi - conclude - deve necessariamente far riflettere per individuare soluzioni a breve ed evitare che la polizia penitenziaria sia continuo bersaglio di situazioni di grave stress e grande disagio durante l'espletamento del proprio servizio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto uccide il compagno di cella

GenovaToday è in caricamento