rotate-mobile
Cronaca Sestri Ponente / Via Scarpino

Scarpino: operaio morto, assolto l'ad di Amiu

L'amministratore delegato della società di raccolta e smaltimento rifiuti Amiu, Antonio D'Alema, è stato assolto oggi dal tribunale di Genova per l'incidente avvenuto il 2 ottobre del 2008 alla discarica di Scarpino (Genova), dove morì Nino Emiliano

Genova - L'amministratore delegato della società di raccolta e smaltimento rifiuti Amiu, Antonio D'Alema, è stato assolto oggi dal tribunale di Genova per l'incidente avvenuto il 2 ottobre del 2008 alla discarica di Scarpino (Genova), dove morì l'operaio Nino Emiliano, 33 anni.

L'uomo cadde in un pozzo per l'estrazione di biogas. Assolti anche il responsabile tecnico dell'Amiu, Carlo Sacco, e il responsabile smaltimento per la discarica, Amedeo Fabbri.

Condannati a due anni per omicidio colposo Giovanni D'Auria, amministratore unico della società incaricata delle trivellazioni dei pozzi, e Maurizio Laudadio, dirigente del settore tecnico della società Asja Ambiente Italia, che ha in appalto lo sfruttamento del biogas.

Un sesto imputato, Alessandro Tavella, ingegnere della Asja, aveva patteggiato a suo tempo (Ansa).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarpino: operaio morto, assolto l'ad di Amiu

GenovaToday è in caricamento