rotate-mobile
Cronaca Porta Siberia

«È arrivato il momento di una pausa», chiude il Museo Luzzati

La Porto Antico Spa ha annunciato che il museo dedicato al geniale scenografo e illustratore serra i battenti dal primo giugno. Data di riapertura incerta: «Il progetto va ripensato»

«È arrivato il momento di una pausa per il Museo Luzzati»: così la Porto Antico di Genova Spa ha annunciato che il museo dedicato al geniale illustratore chiuderà i battenti per un periodo, ufficialmente per lavori di manutenzione e miglioramento, di fatto anche per ripensare interamente a un progetto che, negli ultimi 10 anni, ha affrontato una crisi dovuta a sempre meno visitatori e sempre meno sponsor decisi a investire.

Con uno stringato comunicato, la società ha spiegato che il museo di Porta Siberia verrà chiuso a partire dal primo giugno, soltanto due giorni prima di quello che sarebbe stato il 97esimo compleanno di Lele Luzzati: «La storica sede di uno dei musei più originali del panorama cittadino ha bisogno di alcuni interventi di manutenzione, indispensabili per aggiornare il progetto espositivo ed ottimizzare la fruizione della struttura anche dal punto di vista logistico».

Soprattutto, aggiunge la Porto Antico Spa, «sarà il progetto culturale del museo ad essere rivisitato e rinnovato nel periodo di chiusura, e Porto Antico sarà in prima linea insieme al Comune di Genova e a tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo dell’arte in tutte le sue possibili declinazioni espressive». Sospese dunque tutte le attività didattiche, chiuso l'accesso all'esposizione, il museo resta chiuso almeno per tutta l'estate, e non è chiaro se riaprirà entro la fine del 2018.

Una chiusura “di riflessione”, dunque, per impedire che uno dei musei più suggestivi della città serri i battenti definitivamente. Le opere del geniale scenografo e illustratore, unite agli spazi di Porta Siberia, progettata nel ‘500 da Galeazzo Aleassi e restaurata nel 2000 da Renzo Piano, non sono più sufficienti ad attirare abbastanza visitatori da garantire la prosecuzione di un’avventura iniziata nel 2001, e portata avanti non soltanto attraverso la permanente e le mostre temporanee, ma anche attraverso i laboratori e le attività per bambini organizzate al suo interno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«È arrivato il momento di una pausa», chiude il Museo Luzzati

GenovaToday è in caricamento