rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Processo Morandi, i legali degli indagati ricorrono in Cassazione per ricusare il Gup

La Corte d’Appello ha rigettato la richiesta di ricusazione del Gup Faggioni nel processo Morandi. I legali degli indagati hanno deciso di ricorrere in Cassazione contro questa decisione. Oggi intanto riprende l'udienza preliminare

I legali degli indagati che avevano chiesto la ricusazione del Gup Faggioni hanno deciso di depositare ricorso in Cassazione contro la decisione della Corte d’Appello che ha rigettato la loro richiesta. Il termine per impugnare la decisione della Corte è di dieci giorni, ma i legali hanno già fatto sapere che si rivolgeranno alla suprema corte per chiedere l'accoglimento della loro istanza.

La Corte d’Appello venerdì 5 novembre si era pronunciata rigettando la richiesta di ricusazione della Gup Faggioni. Secondo i giudici infatti l’attività che la dott.ssa Faggioni ha svolto nel processo sulle barriere fonoassorbenti pericolanti non pregiudicherebbe il principio di imparzialità del giudice.

I magistrati, nelle motivazioni del provvedimento, hanno chiarito che il giudice "si è solo incidentalmente espressa in relazione alla vicenda processuale scaturita dal crollo del ponte". Si tratta, hanno specificato, "di procedimenti distinti per fatti diversi. Non ha espresso una valutazione sulla colpevolezza o innocenza degli attuali imputati.”

Per questa ragione il Gup può continuare a presiedere l’udienza preliminare che continuerà nella giornata di oggi 8 novembre, il giudice però non potrà decidere sui rinvii a giudizio fino a che non arriverà la decisione della Corte di Cassazione. Nell’udienza preliminare saranno intanto esaminate le quasi 500 richieste di costituzione di parte civile depositate in udienza e sulla cui legittimità dovrà pronunciarsi proprio la dott.ssa Faggioni.

Anche Egle Possetti, presidente del comitato ricordo vittime ponte Morandi, ha commentato il ricorso in Cassazione dei legali degli indagati:

“Mi auguro che sia una decisione definitiva che faccia partire il processo senza ulteriori stop, siamo preoccupati anche sul numero molto alto di parti civili e speriamo possano essere sfoltite per non inficiare il procedimento".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Morandi, i legali degli indagati ricorrono in Cassazione per ricusare il Gup

GenovaToday è in caricamento