menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Ripuliscono' sei auto parcheggiate, poi fingono di aspettare il bus

In manette un 22enne genovese e un 26enne ecuadoriano, fermati dalla polizia, allertata da alcuni residenti di via Montaldo. Il più grande dei due si trovava sottoposto all'obbligo di dimora

Ieri sera la polizia ha arrestato un 22enne genovese e un 26enne ecuadoriano, quest'ultimo pregiudicato per reati contro la persona e il patrimonio e sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di dimora in orari serali e notturni, responsabili in concorso dei reati di furto aggravato e tentato furto aggravato continuati.

Poco prima della mezzanotte alcuni residenti di via Montaldo hanno contattato il 113, segnalando la presenza di due individui che si aggiravano tra le autovetture in sosta, aprendole e rovistando all'interno. Sul posto sono subito accorse le volanti della questura e del commissariato Centro, che hanno immediatamente individuato due persone. Questi ultimi, dopo aver gettato a terra alcuni oggetti, si sono messi a guardare il cartello degli orari dei pullman cercando di non destare sospetto.

I poliziotti hanno proceduto all'identificazione dei due giovani, uno dei quali peraltro già noto per i numerosi precedenti a suo carico, e hanno recuperato gli oggetti gettati a terra dai due, un cacciavite e una busta con all'interno due autoradio, alcuni accessori per pc e un paio di occhiali da sole.

Sottoposti a perquisizione personale, i due sono stati trovati in possesso di un coltellino multifunzione, un Gps portatile da macchina, un orologio e un lettore mp3. Dal controllo dei veicoli in sosta in via Montaldo sono state individuate cinque autovetture forzate, di alcune delle quali sono stati rintracciati i proprietari che hanno sporto denuncia, riconoscendo parte degli oggetti recuperati.

Gli agenti sono risaliti inoltre a una sesta autovettura forzata, posteggiata in via Tortosa. Per gli oggetti recuperati non riconosciuti dai proprietari rintracciati, i due giovani sono stati altresì denunciati per il reato di ricettazione. I due arrestati sono stati giudicati questa mattina con rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento