menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Molestò postina nell'androne di un palazzo, condannato per violenza sessuale

I fatti risalgono allo scorso 9 febbraio, quando un 34enne aveva seguito la giovane donna aggredendola da dietro e palpeggiandola

Nel febbraio scorso ha avvicinato una giovane postina nell’androne di un palazzo del centro storico, palpeggiandola e molestandola sino a quando la vittima, reagendo, non è riuscita a metterlo in fuga. Nove mesi dopo, il tribunale di Genova ha condannato un 34enne di origini senegalesi a 3 anni e 6 mesi di carcere per violenza sessuale, cui si aggiunge una condanna a un anno e un mese per avere fornito false generalità ai poliziotti che erano riusciti a rintracciarlo, per un totale di 4 anni e 7 mesi di reclusione.

Secondo la ricostruzione fatta dagli agenti della Squadra Mobile e dal pm Giuseppe Longo, che per l’uomo aveva chiesto 5 anni e 8 mesi di carcere, la mattina del 9 febbraio scorso il 34anne avrebbe notato la giovane postina, una 25enne genovese, entrare in un portone di un palazzo di vico del Pozzo per inserire la poste nelle cassette di un palazzo, e l’avrebbe seguita all’interno aggredendola da dietro e palpeggiandola con violenza. La prontezza di riflessi dalle ragazza, che era riuscita a divincolarsi e a chiedere aiuto, aveva messo in fuga l’aggressore, che si era allontanato nei vicoli facendo perdere le sue tracce.

Qualche giorno dopo, grazie alla testimonianza della vittima e ai filmati delle telecamere di sorveglianza, gli agenti della Squadra Mobile erano riusciti a rintracciare l’aggressore vicino a un bar nella zona di Pré che frequentava spesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento