rotate-mobile
Cronaca Rezzoaglio

Il lupo è tornato in Liguria, 15 avvistamenti ogni mese

Hanno una media di 15 al mese le segnalazioni di lupi in provincia di Genova. In tutta la regione sono quasi quaranta gli esemplari, di cui almeno una ventina vive fra Genova e La Spezia

Genova - Hanno una media di 15 al mese le segnalazioni di lupi in provincia di Genova. Già da qualche anno il Canis lupus italicus è riapparso sull'Appennino ligure. In tutta la regione sono quasi quaranta gli esemplari, di cui almeno una ventina vive fra Genova e La Spezia. A inizio 2013 un cacciatore ha segnalato la presenza di escrementi di lupo nei boschi di Bargone, nel comune di Casarza Ligure.

Circa due mesi fa, precisamente il 4 novembre, Marcello Roncoli, operatore della polizia provinciale di Genova, ha fotografato a Cabanne, nel comune di Rezzoaglio, due esemplari di lupo appenninico in un prato, non lontani da una casa.

Fino al 2011 risultavano presenti tre branchi ben distinti tra Genova e La Spezia. Nel 2012 però sembrano essersi uniti in un unico gruppo. Avvistarli non è facile in quanto sono animali molto selvatici, temono l'uomo, e si avvicinano a zone abitate solo se spinti dalla fame. Ma basta essere notati per vederli fuggire a zampe levate.

I lupi sono una risorsa importante per il territorio: oltre a rappresentare un'occasione per sfatare pregiudizi infantili, mangiano principalmente ungulati di taglia media, come cinghiali, caprioli e daini, ma anche animali di taglia inferiore, frutta, funghi e in alcuni casi, bestiame. Un esemplare maschio pesa fra i 20 e i 35 chili, la femmina fra i 25 e i 30 chili. La lunghezza media è di circa 120 centimetri, l'altezza di 50-70 centimetri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il lupo è tornato in Liguria, 15 avvistamenti ogni mese

GenovaToday è in caricamento