menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Liguria brucia ancora: a Casarza le fiamme vicine alle case

Dopo gli incendi sul monte Fasce, a Uscio e a Davagna, ancora un rogo nella provincia di Genova, questa volta nell'entroterra di Sestri Levante

Continuano a bruciare i boschi della Liguria, dopo due giorni in cui le fiamme hanno tenuto impegnati decine di Vigili del fuoco, volontari anti incendio e agenti della Forestale.

Questa volta l’incendio è scoppiato a Casarza Ligure, nell'entroterra di Sestri Levante, in località Novano, divampando tra i boschi e avvicinandosi pericolosamente alle case, come accaduto già nel caso del Fasce, dove le fiamme hanno costretto all’evacuazione di tre persone.

Il rogo è divampato in un’area boschiva vicina ad alcuni edifici, e il fronte si è rapidamente esteso anche alla zona di Castiglione Chiavarese, Sestri Levante, Riva Trigoso e Moneglia, costrigendo i Vigili del fuoco a chiudere per precauzione il transito sull'Aurelia all'altezza del Passo del Bracco. Il fumo, denso e nero, si vede anche dall'autostrada A12 nel tratto tra Deiva Marina e Sestri Levante, tanto da spingere Autostrade a emettere un avviso di attenzione.

Anche i sindaci dei Comuni interessati, intanto, si sono mobilitati. Valentina Ghio, sindaca di Sestri Levante, ha sfruttato i social network per dare aggiornamenti e spiegare che l’incendio si è propagato arrivando in località Makallé: «Intorno alle 15 è arrivato il secondo canadair richiesto a Prefettura, Regione e Protezione Civile. L’incendio continua in contrada Boschi e Valle lago - avvisa la sindaca - Prestare attenzione e non ingombrare le vie di comunicazione necessarie per mezzi e operatori». In zona è stata anche sospesa l'erogazione dell'acqua, e la Società dell'Acqua Potabile sta predisponendo un'autobotte per i residenti in via Tino Paggi, zona Casette Rosse.

La situazione a Sestri Levante è molto critica: 5 villette sulle alture sono state evacuate, e in azione, insieme con i Vigili del fuoco, i volontari anti incendio boschivo e la Forestale attivi su tutti i fronti, ci sono 5 canadair (tre fatti arrivare dalle regioni vicine) e due elicotteri.

Sul fronte di Sestri sono in azione diverse squadre dei Vigili del fuoco, 20 volontari e la Forestale. Indagini sono in corso per stabilire le cause dell'incendio, ma l'ipotesi più probabile al momento è che il rogo sia sfuggito al controllo di un contadino che stava bruciando sterpaglie, ma non si esclude del tutto l'origine dolosa.

Intorno alle 16, intanto, l'emergenza si è ulteriormente aggravata a causa di un altro rogo, divampato questa volta a Davagna, nell'entroterra di Genova. In questo caso  Vigili del fuoco sono riusciti rapidamente a contenerlo, e sul posto sono arrivati i volontari della Protezione Civile che hanno iniziato le operazioni di bonifica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento