Frane: risolta quella di Sori, situazione complessa in val Cichero

I tecnici della Città Metropolitana hanno rimosso i detriti dalla Provinciale 71 riaprendola alla circolazione. Il cedimento sulla Sp 42 invece è più difficile da risolvere, e la strada resta chiusa

È tornata percorribile la strada provinciale 71 nel tratto tra Sori e Capreno interessato da una frana lunedì sera: le squadre della Viabilità della Città Metropolitana hanno lavorato per ore per rimuovere i massi dalla carreggiata, installando barriere per contenere il fianco del monte e un semaforo per regolare il passaggio.

In attesa di liberare del tutto la carreggiata, infatti, sul tratto è stato disposto il senso unico alternato, insieme con il divieto di transito a veicoli larghi più di tre metri. L’obiettivo - meteo permettendo - è terminare la messa in sicurezza e riaprire completamente la strada entro la fine della settimana.

In val Cichero residenti a rischio isolamento

Resta invece complicata la situazione sulla Provinciale 42, interessata da due frane al km 4,9 e al km 20,3 che hanno quasi isolato i residenti di Romaggi e di diverse altre frazioni della val Cichero, tra la val Fontanabuona e la valle Stura. I tecnici della Città Metropolitana hanno rimosso nel giro di poche ore i detriti nel tratto compreso tra l’abitato di Certenoli e quello di Romaggi, e la strada, protetta da barriere che contengono la frana a monte, è transitabile con un senso unico alternato.

Sul posto è stata lasciata una pala meccanica, che in caso di nuovi cedimenti consente di intervenire in circa 15 minuti per rimuovere terra e massi. La situazione al km 20,3, e dunque all’altro capo della provinciale, è invece più complessa e rischiosa: per evitare qualsiasi rischio la strada è stata chiusa, in attesa di un intervento risolutivo che sarà pianificato giovedì 15 marzo in un incontro fra i vari enti territoriali interessati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

Torna su
GenovaToday è in caricamento