Audio Whatsapp su contagio da Tigotà, l'azienda: «È una bufala»

Nelle ultime ore è circolato un messaggio vocale secondo il quale alcune commesse di un punto vendita genovese sarebbero state portate via in ambulanza perché contagiate dal coronavirus

Nelle ultime ore è circolato sui social e soprattuto su whatsapp un messaggio vocale secondo il quale alcune commesse di un punto vendita Tigotà genovese sarebbero state portate via in ambulanza perché contagiate dal coronavirus.

Un messaggio che aveva creato il panico tra i clienti dei negozi di prodotti cosmetici presenti con diversi punti vendita a Genova e in Liguria.  

L'azienda ha smentito in maniera categorica la notizia, come conferma Sara Brigada, capo area di Genova e del levante genovese, che ha spiegato: «La notizia è assolutamente infondata. Nessuna delle nostre commesse è stata contagiata dal coronavirus e soprattutto non è stato effettuato nessun intervento da parte di ambulanze o infermieri come si afferma in quel messaggio. Nei nostri punti vendita sono state attivate tutte le procedure di buon senso e sicurezza seguendo i dettami del governo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • La risposta ligure alle scarpe della Lidl? Ci pensa il comico Andrea Di Marco con il Movimento Estremista Ligure

Torna su
GenovaToday è in caricamento