menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Concordia, Merlo: «Indecente balletto candidature»

All'indomani dell'operazione che ha permesso di riportare a galla la Costa Concordia, il presidente dell'Autorità portuale di Genova, Luigi Merlo, sostiene che lo scalo del capoluogo ligure ha tutti i requisiti per assolvere allo smaltimento

«La scelta sulla destinazione finale del relitto di Costa Concordia deve essere una scelta di carattere tecnico e non politico»: così il presidente dell'Autorità portuale di Genova, Luigi Merlo, secondo cui lo scalo del capoluogo ligure ha tutti i requisiti strutturali sia professionali per assolvere allo smaltimento dello scafo.

«Gli spot non servono a niente - ha dichiarato Merlo all'Ansa - e con questa corsa alle candidature stiamo assistendo ad uno spettacolo indecente che rispecchia la situazione della portualità italiana frazionata e senza una regia».

Secondo Merlo, i soggetti coinvolti nella valutazione, e cioè la compagnia, le assicurazioni, le aziende coinvolte «conoscono perfettamente le potenzialità e le caratteristiche dello scalo genovese, che rappresenta un'eccellenza a livello mondiale».

L'area delle riparazioni navali, ha spiegato Merlo, con un leggero intervento di dragaggio potrebbe adeguare il fondale fino ai 20 metri necessari per accogliere il relitto (Ansa).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Coronavirus

Coronavirus: altri 15 decessi, il più giovane aveva 61 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento