Giovedì, 18 Luglio 2024
Plastic free

Il Municipio Levante pensa alle casette dell'acqua per limitare l'utilizzo di plastica

Approvata una mozione all'unanimità per "promuovere un approfondimento con gli operatori del settore, per installare strutture da cui venga erogata acqua potabile, naturale e gasata"

Casette dell'acqua nel territorio del Municipio Levante a Genova. Il consiglio municipale, in occasione dell'ultima seduta, ha approvato una mozione presentata dai gruppi di opposizione, Partito Democratico, Genova Civica, Movimento 5 Stelle e Lista RossoVerde con prima firmataria la consigliera Serena Finocchio. 

Il documento, approvato all'unanimità, parte dal tema del 'plastic free' e dalla necessità di trovare una soluzione per limitare l'utilizzo di oggetti e strumenti in plastica, maggiormente inquinanti, per favorire il riutilizzo. Impegna presidente e giunta a "promuovere un approfondimento con gli operatori del settore, preferibilmente con eventuali sponsor, per installare strutture da cui venga erogata acqua potabile, naturale e gasata, e, ove fattibile, garantire la gestione ed evitare gli sprechi attraverso la comunicazione da parte dell’utente del proprio codice fiscale, per contingentare l’utilizzo giornaliero". 

La mozione cita: "Un uso responsabile degli oggetti e degli strumenti della vita quotidiana, nonché una consapevolezza diffusa tra tutti noi cittadini, per così dire la base ampia della società" e alcune azioni messe in campo e annunciate dalle istituzioni di città e regione. "In Comune - si legge - il piano è sostituire in blocco la fornitura di bottigliette d’acqua con colonnine idriche ed eliminare i bicchierini da caffè per rimpiazzarli con la loro versione in carta, inoltre nei 280 istituti scolastici cittadini con il nuovo bando per il servizio di ristorazione ha bandito la plastica dalla tavola; Regione Liguria ha approvato un finanziamento di 16.900 euro per il 2019, dedicato alle cosiddette eco feste; All’Università, la coscienza ambientale delle nuove generazioni continua a crescere, e,  rispondendo a un questionario che chiedeva come avrebbero speso il budget per incentivare nuovi  iscritti, gli studenti hanno votato in maggioranza per l’installazione di distributori d’acqua, con cui  riempire le borracce, già distribuite". 

Serena Finocchio, consigliera municipale di opposizione, commenta: "Iniziative simili ci sono state anche in altri municipi e nei comuni limitrofi, si tratta di erogatori che inducano le persone al riutilizzo dei contenitori per evitare un sovrautilizzo di bottiglie d’ acqua in un’ottica di plastic free. Monitorerò perché dopo l'approvazione venga realizzato quanto richiesto". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Municipio Levante pensa alle casette dell'acqua per limitare l'utilizzo di plastica
GenovaToday è in caricamento