Fa scoppiare una rissa in un bar, fermato con lo spray urticante

Un 37enne gravato da numerosi pregiudizi di polizia è stato arrestato per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e trasferito nel carcere di Marassi. L'episodio è avvenuto a Casella

I carabinieri hanno dovuto fare ricorso allo spray urticante per fermare un soggetto, che aveva dato vita a una rissa all'interno di un bar di Casella. È successo nel corso della mattinata di mercoledì 4 novembre 2020. Sul posto sono intervenute le pattuglie delle stazioni carabinieri di Savignone e Casella.

Giunti sul posto, i militari sono stati minacciati verbalmente dall'uomo, che ha opposto attiva resistenza. A causa dello stato di alterazione psicofisica dell'uomo, i carabinieri hanno richiesto l'intervento di personale medico, che ha somministrato dei calmanti al 37enne.

In caserma, lo stesso ha continuato a minacciare i carabinieri, proseguendo nella sua condotta e tentando atti di autolesionismo, impediti dai militari. Identificato in un 37enne gravato da numerosi pregiudizi di polizia, al termine degli accertamenti, è stato arrestato per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e dopo le formalità è stato trasferito nel carcere di Marassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento