Cronaca

«Deve mettersi la mascherina», capotreno aggredita a sputi e insulti da passeggera

L'episodio si è verificato su un regionale che copre la tratta Genova - La Spezia, all'altezza della stazione di Santa Margherita Ligure

Ancora un’aggressione ai danni di un dipendente di Trenitalia in servizio. Vittima stavolta una capotreno, che giovedì 17 giugno è stata oggetto di insulti e sputi dopo avere invitato una passeggera a indossare - come prevede il regolamento - la mascherina.

L’episodio si è verificato sul regionale 11373 in partenza da Brignole alle 16.45 e diretto alla Spezia Centrale. All’altezza della stazione di Santa Margherita Ligure, la capotreno si è avvicinata a una donna che era seduta senza indossare la mascherina. Alla richiesta di metterla, in osservanza alle norme anti-contagio da coronavirus, la donna ha dato in escandescenze iniziando a insultare e poi a sputare contro la dipendente di Trenitalia.

«Riteniamo tali atti ingiustificati, ma purtroppo sintomo di gravi situazioni di disagio vissuta in questo paese a seguito dell'emergenza sanitaria e anche dello scarso controllo a terra e a bordo treno dovuto per esempio alla mancanza delle squadre antievasione - fanno sapere le segreterie regionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt, Ugl, Ferovieri Fast e Orsa in una nota - Da tempo il sindacato chiede più personale a terra e a bordo per gestire la situazione delicata venutasi a creare, per scongiurare appunto questi fatti».

«Invitiamo la società Trenitalia ad intervenire aumentando l'offerta commerciale e attivando tutte le risorse in forza - concludono i sindacati - predisponendo campagne assunzionali che il processo e riattivando il servizio Antievasione Regionale». La capotreno, sotto choc, non ha riportato ferite. La donna è stata denunciata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Deve mettersi la mascherina», capotreno aggredita a sputi e insulti da passeggera

GenovaToday è in caricamento