menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da mesi pedina e perseguita l'ex moglie, portato in carcere

La polizia ha arrestato in via Cantore a Sampierdarena un genovese di 73 anni per il reato di atti persecutori

Non si è mai rassegnato alla fine del matrimonio con la sua ex moglie, una cittadina dell'Ecuador di 43 anni e ieri sera l'ha seguita per l'ennesima volta per poi insultarla e minacciarla con un cutter. La vittima, in compagnia della figlia minore, si è spaventata ed ha immediatamente chiamato la polizia.

Gli agenti delle volanti, intervenuti rapidamente, hanno fermato il 73enne, trovandolo in possesso sia del cutter che di un foglio dove erano appuntati orari e spostamenti della ex moglie. Successivamente la donna ha raccontato agli operatori che da quando si sono separati, maggio 2020, l'uomo non le ha mai dato tregua, tempestandola di messaggi e insulti fino a pedinarla ogni giorno in qualsiasi suo spostamento tanto da farle cambiare più volte le abitudini di vita, provocandole così un forte stato di ansia.

In particolare, nel mese di giugno, la donna, dopo l'ennesimo episodio di molestie e minacce, anche nei confronti della figlia, si era rivolta ai carabinieri, che avevano denunciato il 73enne per maltrattamenti in famiglia. Il 73enne genovese, con svariati precedenti di polizia, è stato arrestato per il reato di atti persecutori e accompagnato presso il carcere di Marassi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Liguria entra in zona arancione: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento