menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autostrade annuncia: «500 milioni investiti su manutenzioni, 50 assunzioni in Liguria»

La società conferma l'intenzione di voler potenziare il team che si occupa della manuenzione della rete, aumentando anche i fondi da destinare al settore

Resta ancora parzialmente chiusa sull’A26 nel tratto che coinvolge i viadotti Fado e Pecetti in attesa del via libera dal Mit dopo le prove di carico, ma Autostrade assicura: aumentano gli investimenti nella manutenzione della rete di sua competenza. 

La rassicurazione, condivisa con una nota, era arrivata direttamente dal (nuovo) amministratore delegato Roberto Tomasi nel corso dell’incontro convocato dalla ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, a pochi giorni dalla chiusura di una corsia per viadotto per controlli strutturali. A De Micheli, Tomasi ha assicurato di avere «messo in campo una ulteriore e significativa anticipazione degli interventi di manutenzione», annunciando di avere in previsione la pubblicazione di un bando per attività di manutenzione per circa 300 milioni di euro, da realizzare nel prossimo biennio.

A questo investimento se ne aggiunge un altro di circa 200 milioni - previa autorizzazione del Ministero - per affidare lavori per circa 200 milioni alla controllata Pavimental, per un totale di 500 milioni di investimento totali e conseguenti nuovi cantieri aperti, soprattutto in Liguria. 

«Per una gestione efficace della significativa mole di lavori in corso e programmati - fa sapere ancora l’azienda - Autostrade per l’Italia ha deciso di dotare la propria Direzione di Tronco di Genova di un Polo dedicato all’Ingegneria alla realizzazione degli investimenti. La nuova unità operativa rappresenta un unicum nell’organizzazione dei Tronchi della società, e consentirà di potenziare notevolmente l’organico e le competenze genovesi».

Il nuovo team conterà su 70 tra ingegneri e tecnici, 50 dei quali assunti in maniera diretta sul territorio “pescando” anche dalla rete dell’Università di Genova e degli istituti professionali liguri: le nuove assunzioni, sottolinea Aspi, si aggiungono alle 65 già annunciate nel piano che la società sta portando avanti da alcune settimane e che si completerà entro il primo trimestre 2020.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento