Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Furti in serie, arrestata in Spagna la figlia della "Regina degli zingari"

La donna, 43 anni, era stata condannata a 9 anni di carcere per una serie di colpi messi a segno tra il 2004 e il 2014. Nel luglio scorso era sparita, ma dopo mesi di indagini i carabinieri l'hanno rintracciata

Condannata a 9 anni di carcere per una serie di furti commessi tra il 2004 e il 2014 in tutto il Nord Italia, era fuggita in Spagna, dove sperava di sfuggire alla cattura. Ma S.H., nomade di 43 anni nota anche come “la figlia della Regina degli zingari”, è stata alla fine rintracciata dai carabinieri e dalla polizia spagnola, che l’ha arrestata e ha già avviato le procedure per l’estradizione in Italia.

La 43enne, apparentemente a una nota famiglia di origini sinti, era stata arrestata nell’ambito dell’inchiesta “Fast Cargo”, che a metà 2007 aveva visto i carabinieri del Nucleo Investigativo smantellare cinque organizzazioni criminali che agitano in tutta Italia e all’estero e si erano specializzate in furti dai container in porto. Tra loro c’era anche una famiglia originaria della Bosnia Erzegovina, di etnia rom, che per un lungo periodo ha vissuto nel campo nomadi di via dei Pescatori e che prendeva di mira mezzi pesanti e container presenti nelle aree portuali della città. 

In totale erano state 46 le persone arrestate, 150 quelle denunciate, tra cui anche S.H, cui nel 2014, nell’ambito di una nuova inchiesta, sono stati sequestrati e in seguito definitivamente confiscati dal tribunale di Genova terreni, conti e auto per un valore di circa 2,6 milioni di euro, mai dichiarati. 

Senza fondi né risorse, la 43enne nel luglio del 2016 aveva lasciato il campo di via dei Pescatori alla volta della Spagna per evitare di scontare la condanna a 9 anni, 3 mesi e 23 giorni d carcere per i furti commessi tra il 2004 e il 2014. Dopo mesi di appostamenti e controlli la polizia di Barnes, cittadina della Catalogna in provincia di Girona, è riuscita a individuare la donna anche grazie alla collaborazione con la sezione Catturandi del Nucleo Investigativo di genova e la Divisione Sirene del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Roma: a tradirla un incontro con un familiare, che gli investigatori hanno individuato e seguito sino a lei. La 43enne è stata quindi arrestata, e nei prossimi giorni tornerà in Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti in serie, arrestata in Spagna la figlia della "Regina degli zingari"

GenovaToday è in caricamento