menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Condannato per violente rapine, minorenne scappa dalla comunità e finisce in carcere

Un sedicenne di nazionalità ecuadoriana è stato arrestato dalla polizia in via Livorno in Albaro mentre era con la fidanzata, che a sua volta ha aggredito gli agenti

Vista la giovane età, si è fatto di tutto per cercare di evitargli il carcere. Ma il suo atteggiamento non è stato d'aiuto. I poliziotti del commissariato Centro hanno dato esecuzione ieri pomeriggio a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un sedicenne di nazionalità ecuadoriana. Il giovane, responsabile di violente rapine, è stato condannato lo scorso maggio dalla locale autorità giudiziaria a scontare una pena di 3 anni e 8 mesi in una comunità da cui però è già scappato per ben due volte.

La Procura, vista la resistenza del minore a ogni richiamo e il suo totale rifiuto delle regole, in entrambe le occasioni, ha disposto l'inasprimento della pena, prevedendo la carcerazione per un mese. Ieri pomeriggio è stato rintracciato in via Livorno in Albaro mentre era con la fidanzata.

Invitato a seguire i poliziotti per la notifica di provvedimenti a suo carico, ha reagito con violenza e minacce, intuendo si trattasse di un provvedimento restrittivo, visti i suoi trascorsi criminali. Anche la fidanzata, 18enne italiana, ha aggredito i poliziotti con schiaffi e calci, motivo per cui è stata denunciata.

Il giovane è stato accompagnato presso il carcere minorile per scontare la sua pena ed è stato anche denunciato per resistenza, oltraggio, lesioni e minacce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Liguria entra in zona arancione: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento