menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arsenale ritrovato in Fontanabuona, indagini seguono pista 'ndrangheta

Il procuratore capo Michele Di Lecce è intervenuto per fare il punto sulle armi e munizioni ritrovate nell'aprile scorso in un terreno di San Colombano Certenoli, comune della Valfontanabuona

Il procuratore capo Michele Di Lecce è intervenuto per fare il punto sulle armi e munizioni ritrovate nell'aprile scorso in un terreno di San Colombano Certenoli, comune della val Fontanabuona.

La Direzione distrettuale antimafia di Genova starebbe seguendo la pista della criminalità organizzata calabrese operante nel levante ligure. Sulla custodia di una delle pistole è stata rilevata un'impronta digitale che ha permesso alla polizia, coordinata dal pm Alberto Lari, di risalire al proprietario. L'uomo aveva ereditato l'arma dal padre e ne aveva denunciato la scomparsa nel 2007.

L'arsenale è composto da un fucile da caccia, da alcune pistole, da un'arma da guerra e da 800 munizioni e proiettili parabellum. Il proprietario del terreno è stato indagato per porto abusivo di armi.

IL VIDEO DELL'OPERAZIONE

Ad avvisare la polizia era stato un geometra, che stava effettuando dei rilievi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento